Carovigno.Con due quintali di marjuana in casa.In arresto padre e figlio e deferiti in stato di liberta’ altri quattro parenti.

Il blitz dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, unitamente a personale della Stazioni di Carovigno e Mesagne, con il supporto di unità cinofile di Modugno con il cane “Quentin”, ha arrestato in flagranza di reato VIGNOLA Marco 58enne e VIGNOLA Giuseppe 35enne, entrambi di Carovigno, per detenzione ai fini di spaccio in concorso di sostanza stupefacente.

Gli arrestati, rispettivamente padre e figlio, nell’ambito di un’operazione finalizzata al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, in particolare nel corso di una perquisizione domiciliare presso le rispettive abitazioni situate nel medesimo plesso ma indipendenti, sono stati trovati in possesso di un ingente quantitativo di marijuana di varie tipologie, tra cui quella del tipo industriale, per un peso complessivo di circa 215 kg. Il valore economico è quantificabile in oltre 2 milioni di euro, qualora le analisi tossicologiche attestino un limite del THC superiore a quelli imposti dalla legge. Sono state sequestrate varie attrezzature idonee per il confezionamento e la preparazione di dosi pronte per lo spaccio al minuto.

Lo stupefacente rinvenuto, accuratamente occultato nelle diverse pertinenze delle abitazioni, è stato sottoposto a sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità, sono stati tradotti presso le rispettive abitazione in regime di arresti domiciliari. Nell’ambito della medesima operazione, per lo stesso reato, sono state deferite in stato di libertà altre 4 persone, un 38enne, una 30enne e un 37enne tutti di Carovigno e una 28enne di Mesagne, tutti legati da vincoli di parentela con gli arrestati. Le indagini, coordinate dalla Procura di Brindisi,  proseguono serrate al fine di individuare i canali di approvvigionamento dell’ingente quantitativo di stupefacente rinvenuto.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.