Sezione Servizi per il Lavoro. Laricchia (M5S): “Leo conferma che ha le stesse funzioni dell’Arpal. A che servono due enti uguali?”

“La risposta data ieri dall’assessore Leo alla nostra interrogazione sulla  “Rete regionale dei servizi per il lavoro” dimostra che avevamo ragione: il Servizio istituito  lo scorso ottobre presso la Sezione Regionale “promozione e tutela del lavoro” ha le stesse funzioni dell’Agenzia Regionale per le Politiche Attive per il Lavoro, istituita con legge regionale solo tre mesi prima”. Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia, che aveva chiesto chiarimenti all’assessore Leo sulle funzioni dei due enti.

“Leo ci è parso un po’ confuso – continua la consigliera pentastellata –  è infatti partito da una premessa errata rispetto alla lettura dell’interrogazione, motivando la scelta dell’istituzione della Rete per i Servizi per il Lavoro  con la mancanza di un’Agenzia come l’Arpal. Peccato che l’atto dirigenziale con cui è stata istituita questa Sezione sia successivo alla legge regionale che ha istituito l’Arpal. E questo non fa che confermare le nostre tesi sulla stessa Agenzia, cioè che non serva per favorire le politiche per il lavoro, ma sia molto utile a Emiliano per la campagna elettorale. Tesi dimostrata dal fatto che le funzioni che dovrebbe svolgere l’Arpal siano in realtà affidate ad un altro ufficio. A quanto pare, per il Governatore,  questo non è un problema”.

La consigliera Laricchia esprime inoltre le sue preoccupazioni sull’Arpal anche in seguito all’audizione del Commissario dell’Agenzia Massimo Cassano.

“Chi oggi è a capo dell’Arpal – incalza la pentastellata – è una persona che non esclude l’ipotesi di una prossima candidatura e che avvierebbe una campagna di assunzioni enorme in questo periodo pre-elettorale. Questo è inopportuno e non corretto, soprattutto in una Regione che, purtroppo, vive grossi problemi, anche legati ai rapporti tra politica, elezioni e assunzioni. Il lavoro è un diritto per tutti e non deve essere usato per fini politici. Auspico che l’ex Senatore Cassano e Michele Emiliano si rendano finalmente conto di come, prima dei loro interessi politici, venga il bene della nostra regione – conclude – e riportino dignità al funzionamento di tutta la macchina amministrativa di questa Regione”.

La Pole Dance a Brindisi si chiama Vertical Gym

Inaugurata sabato scorso a Brindisi, in Via Romolo 49,

la Scuola di Pole Dance Vertical Gym

Danza artistica, Sport, Sensualità, Fitness e Acrobatica