ISCRIZIONI APERTE PER L’EDIZIONE 2019 DEL RALLY CITTÀ DI CASARANO.

Dalla giornata odierna, si può dire che è ufficialmente partito il classico conto alla rovescia per la ventiseiesima edizione del Rally Città di Casarano, competizione automobilistica organizzata dalla Scuderia Casarano Rally Team in collaborazione con la Scuderia Piloti Salentini e con l’Automobile Club Lecce, a calendario per il 13 e 14 aprile prossimi e valevole quale prova d’apertura della neo-istituita Coppa Rally AciSport di Settima Zona.

La gara che si è ormai ritagliata uno spazio ben definito nel gradimento da parte di piloti e navigatori, sia per le caratteristiche delle prove speciali che per la qualità organizzativa dell’evento, entra oggi nel vivo del proprio cammino con l’apertura del periodo d’iscrizioni che durerà come da nuova normativa federale fino alle ore 24 di venerdì 5 aprile.

Il modulo per poter inoltrare la domanda di adesione è scaricabile dalla sezione dedicata alla manifestazione reperibile su www.casaranorallyteam.it alla voce concorrenti (dove è anche possibile consultare programma e tabella tempi e distanze) e una volta compilato in ogni sua parte dovrà essere inviato, con le modalità indicate nella scheda stessa e dove sono anche riportati gli estremi per i dovuti versamenti della tassa d’iscrizione le cui tariffe massime applicabili sono rimaste tutte invariate rispetto allo scorso anno tranne per la R5, la classe regina della Coppa Rally di Zona, che ha invece subito un leggero aumento. Le categorie di vetture ammesse sono quelle previste, sulla base della tipologia di gara, dalla Federazione Sportiva ACI.

Molte le validità per l’evento che avrà come sempre il doppio polo logistico di Casarano e Torre San Giovanni-Marina di Ugento; oltre alla già citata e prestigiosa titolazione nazionale, certamente quella più ambita, utile anche per l’accesso alla Finale Nazionale AciSport Rally Cup Italia, la gara avrà modo di attrarre gli equipaggi che ambiscono alle graduatorie del Campionato Interregionale Rally & Velocità, serie di lunga tradizione che quest’anno celebra il suo trentesimo anno di disputa e gli specialisti dei monomarca di zona di casa Renault (Trofeo Clio R3 e Corri con Clio Open) che potranno ambire a premi e riconoscimenti partecipando sia con le Renault Clio di classe R3C (2000cc. aspirate), R3T (1600cc. turbo) N3 e Prod S3 (2000cc. derivate della produzione) e Peugeot (Peugeot Competition Rally Regional Club) aperto invece a tutte le tipologie di vetture della casa del leone ammesse. La gara sarà inoltre valida per la Michelin Zone Rally Cup, monomarca riservato ai piloti che scelgono i pneumatici competizione della casa transalpina per equipaggiare le loro auto da rally e per il Campionato Sociale AC Lecce 2019. Un ventaglio di possibilità dunque che farà gola a molti e che contribuirà a rendere la manifestazione particolarmente ricca di motivi d’interesse.

Per celebrare degnamente il ritorno nel novero delle manifestazioni titolate e per proporre una sfida sportiva sempre più avvincente, gli organizzatori hanno apportato alcune significative modifiche al percorso e al programma.

La gara sarà strutturata come nel recente passato, in due giorni di sfide, con alcune novità sostanziali: il primo giorno, saranno due e non più una le prove speciali previste. Oltre alla tradizionale super prova spettacolo sul Circuito della Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento (Km 5,00), che chiuderà la contesa sportiva, si correrà in apertura su Punta Ristola (Km 6,45), tratto cronometrato accorciato rispetto allo scorso anno (si disputò la domenica con un triplice transito) per effetto di una modifica nella parte iniziale. Le restanti prove da affrontare nella giornata di domenica 14 aprile e da percorrere in tre occasioni, saranno invece Torre Vado (Km 6,33) che ritorna dopo la pausa dello scorso anno e viene proposta anch’essa in versione ridotta rispetto al 2017 e Miggiano (Km 10,62), nome celebre tra gli equipaggi e gli appassionati salentini, ma che non ha mai prima d’ora fatto parte del Casarano. La prova, che rappresenta la novità principale di quest’edizione è un mix altamente adrenalinico che sfrutta le diverse opzioni date dall’intreccio di strade della zona a nord del paese da cui prende il nome, limando i territori di Specchia e Montesano Salentino. Sarà un impegno “totale”, per chi l’affronterà, una prova dove sicuramente ci si giocherà la vittoria. Novità anche per quanto riguarda lo Shakedown che sarà allestito nella Marina di Torre Pali in località Palombara e per il Riordinamento notturno spostato alla Pista Salentina. Complessivamente la gara misura 372,46 chilometri dei quali, il 16,72% pari a 62,30 chilometri saranno di distanza competitiva, suddivisi in otto prove speciali.

Come di consueto, con la pubblicazione del materiale relativo alla manifestazione, gli organizzatori raccomandano un comportamento corretto e rispettoso su quanto attiene alla normativa sulle ricognizioni delle prove speciali, ricordando che queste saranno consentite, come riportato sul programma e nel Regolamento Particolare di Gara, sempre nel pieno rispetto del codice della strada, nella sola giornata di venerdì 12 aprile. Eventuali infrazioni rilevate, saranno segnalate agli organi sportivi competenti per l’adozione dei provvedimenti disciplinari che possono portare tra l’altro anche all’esclusione dal Campionato-Coppa Rally di Zona.

Foto allegata (di Leonardo D’Angelo): Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi su Skoda Fabia R5, vincitori dell’edizione 2018.