In Puglia arriverà il 24 marzo la Carovana che porterà lo Sport Integrato in tutta Italia

E’ Brindisi la quarta tappa del progetto nazionale premiato dal Presidente della Repubblica che porterà il tema dello sport legato alla disabilità in ogni Regione italiana

Conto alla rovescia per l’inizio del più grande progetto nazionale che affronta il tema dell’integrazione sociale attraverso lo sport e che farà viaggiare per 40 giorni, a bordo di 4 pulmini, 72 atleti disabili e non – accompagnati da educatori e volontari – in ogni Regione italiana, per promuovere l’accoglienza delle diversità.
Il fischio di inizio del progetto, che ha ricevuto anche la medaglia del Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza, è stato stabilito per venerdì 15 marzo “Buon viaggio Carovana” il Responsabile Nazionale dell’Ufficio Progetti CSEN Andrea Bruni ha presentato i quattro equipaggi e il programma delle tappe in tutte le Regioni, ognuna delle quali prevede un incontro di accoglienza della Carovana e presentazione alla cittadinanza della Carta dei Valori dello Sport Integrato (con raccolta delle sottoscrizioni), una partita dimostrativa di Football Integrato e un seminario formativo gratuito rivolto a Docenti, Educatori Professionali, Assistenti Sociali, Tecnici sportivi, Istituzioni, Associazioni e singoli cittadini sul tema della cultura dell’accoglienza e dell’integrazione sociale.

 

Carmelo Labrini-Pres. Csen Brindisi

“La Carovana rappresenta un’opportunità unica di riflessione, scambio e confronto sul mondo della disabilità e il nostro obiettivo è quello di coinvolgere quante più persone possibili in ogni regione portando a tutti il messaggio dell’integrazione sociale” sostiene Francesco Proietti, Presidente dello CSEN Nazionale (Ente promotore del progetto da anni impegnato per lo Sport Integrato).
Dopo le prime soste a Palermo, Reggio Calabria e Marsicovetere (PZ), la Carovana farà tappa a Brindisi il 24, 25 e 26 marzo, dove ad accogliere l’equipaggio domenica 24 marzo alle ore 12.30, nei pressi della scalinata virgiliana (colonne romane), ci saranno gli studenti dell’ I.I.S.S. E. Majorana, che attraverso il percorso di alternanza Scuola-lavoro iniziato a ottobre scorso, hanno contribuito alla redazione della Carta dei valori dello Sport Integrato. L’importante documento, che raccoglie i principi e i valori guida per uno sport inclusivo, solidale e senza barriere, verrà presentato alla cittadinanza lunedì 25 marzo, alle h. 15:30, presso il Palazzo Granafei-Nervegna.

Lunedi 25 marzo alle ore 9.30 alle 12:00 lo spettacolo sarà fruibile liberamente da tutti presso il PalaZumbo di via Libertà, 8, dove sarà allestito l’apposito campo da calcio dotato di due porte laterali in più. I 18 atleti si cimenteranno in una dimostrazione di Football Integrato, lo sport ispirato al calcio, al baskin e alla pallamano nato appositamente per mettere al centro la persona, indipendentemente dalle proprie capacità e competenze, e in grado di unire atleti disabili e non per il raggiungimento di un obiettivo comune – la vittoria – possibile solo grazie all’apporto di ogni singolo membro.
“Il Football Integrato è lo sport capace di coinvolgere, sia da un punto di vista tecnico che emotivo, atleti con e senza disabilità – afferma Andrea Bruni, Responsabile dell’Ufficio Progetti CSEN Nazionale – questa disciplina rappresenta l’esempio di come ogni persona, messa nelle migliori condizioni, possa esprimere il massimo di sé stessa”.
Martedì 26 marzo dalle 9:00 alle 13:00, presso la Sala di rappresentanza del CONI Point di Brindisi, si svolgerà il seminario gratuito rivolto a tutti coloro che vogliano arricchire il proprio bagaglio formativo con conoscenze in merito alla Carta dei valori dello Sport Integrato e strategie operative per favorire l’integrazione sociale attraverso lo sport. Le lezioni, di tipo frontale e con lavori di gruppo, saranno tenute dal Responsabile, Project Manager, formatore ed educatore professionale Andrea Bruni, da Assistenti sociali dell’albo Nazionale, Educatori Professionali ANEP e Operatori Sportivi FISDIR.
Durante il pomeriggio gli atleti della Carovana potranno anche rilassarsi e godersi le bellezze e particolarità del Comune di Brindisi, accompagnati dagli studenti del percorso di alternanza che culmineranno così la loro esperienza a contatto con il mondo del volontariato, della disabilità e dell’integrazione attraverso lo sport.
Nella giornata del 26 marzo la Carovana ripartirà alla volta della vicina Regione Campania, per portare l’entusiasmo e il gioioso abbraccio della Carovana a Napoli. La marcia dei pulmini della solidarietà toccherà poi Molise (Riccia) Abruzzo (Pescara), Marche (Ascoli Piceno), Emilia Romagna (Vignola), Veneto (Vigasio), Friuli Venezia Giulia (Lignano Sabbiadoro), Trentino Alto Adige (Cavalese), Lombardia (Meda), Piemonte (Torino), Valle d’Aosta (Point-Saint-Martin), Sardegna (Sennori), Liguria (Quiliano), Toscana (Serravalle Pistoiese) e Umbria (Narni).

Oreste Pinto -Ass.Sport Brindisi

Dopo quasi due mesi di viaggio, 6.000 km percorsi, 20 città italiane toccate e 4 equipaggi a darsi il cambio, l’ultimo pulmino rientrerà a Roma il 13 maggio e il progetto si concluderà con l’evento del 14 “Bentornata carovana”. Alla manifestazione finale saranno presenti tutti gli equipaggi che, insieme alle delegazioni degli studenti di tutte e 20 le Scuole partecipanti, consegneranno nelle mani del Presidente della Repubblica in persona le firme, raccolte durante le tappe e tramite il sito web, quali sottoscrizioni ufficiali dei valori della Carta e della volontà di portare l’attenzione su una tematica che in Italia fatica ancora un po’ a trovare il
giusto spazio.
L’iniziativa, organizzata da CSEN Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sarà seguita costantemente dal camper-regia dell’emittente Directa Sport, che permetterà a tutti di seguire l’evento grazie alle dirette streaming delle partite dimostrative di Football Integrato e alle interviste, ai video e alle immagini costantemente pubblicate sui canali social e sul sito web ufficiali.

Foto e video Marcello Altomare