San Donaci. Sorpreso in casa 12 grammi di cocaina e tre bilancini di precisione, arrestato.

I Carabinieri della Stazione di San Donaci hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 47enne del luogo, disoccupato.

L’uomo, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 12 grammi di cocaina, nonché di materiale per la pesatura e confezionamento della droga. In particolare, gli operanti, nel salire le rampe di scale per raggiungere l’appartamento dell’uomo, hanno udito un forte rumore provenire dal terrazzo della palazzina. Giunti sul posto, hanno constatato la presenza del 47enne, il quale alla vista dei militari ha gettato per terra un flacone di “Vivin-C”, subito recuperato, contenente tracce liquide di sostanza stupefacente, accertata essere cocaina, nonché una siringa già usata, da 5 ml. I Carabinieri, pertanto, hanno proceduto alla perquisizione personale e successivamente a quella presso il suo domicilio, ove hanno rinvenuto della sostanza stupefacente sparsa sul pavimento che dalla camera da letto conduce al bagno, pari a circa 2,65 grammi e, in uno dei cassetti di un mobile nella  camera da letto, occultata in un maglione, una “cipolla” confezionata con cellophane contenente sostanza stupefacente del tipo cocaina, del peso di circa 8,11 grammi. Inoltre, nel bagno e nella sala da pranzo sono stati rinvenuti tre bilancini di precisione digitali e due rotoli di nastro adesivo. Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta, complessivamente 12 grammi (tracce liquide nel contenitore, quella nella “cipolla” in cellophane e quella sparsa sul pavimento) è stata sottoposta a sequestro unitamente ai bilancini e ai rotoli di nastro adesivo. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, il 47enne è stato rimesso in libertà.