FILIA SOLIS, TERRA DI… RITORNA A FRANCAVILLA FONTANA Sabato 6 aprile ore 17.00

“Filia Solis, Terra di….”, progetto proposto dalla LIBERMEDIA s.a.s. nell’ambito del programma  “InPuglia365 – Cultura, natura, gusto” edizione 2018-2019,  promosso dall’ARET Pugliapromozione – Regione Puglia, in collaborazione con ArmoniE – Associazione Artistico Culturale Musicale, Le Radici e le Ali Arciragazzi, Fare Verde Puglia Nucleo di Francavilla Fontana, Associazione Sipario e patrocinato dal Comune di Francavilla Fontana, dopo il successo e la grande affluenza di pubblico dell’evento del 3 marzo dedicato alle tipicità del Carnevale nel Castello, ritorna a Francavilla Fontana con un percorso che preannuncia la dolce Tradizione enogastronomica e il Culto dei Riti della Settimana Santa.

Sabato 6 aprile a partire dalle ore 17, con raduno in Piazza Giovanni XXIII, con il prezioso aiuto di una guida qualificata, “Filia Solis, Terra di…Culto e Tradizione” ci farà scoprire le bellezze architettoniche delle bellissime chiese che caratterizzano il centro storico della Città degli Imperiali: la monumentale Basilica Minore della Madonna del Rosario, la Chiesa di Santa Chiara con le statue lignee e in cartapesta protagoniste delle processioni del Venerdì Santo, l’apertura straordinaria della Chiesa di San Sebastiano e la meravigliosa Chiesa di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori (o dei Padri Liguorini) che ospiterà, alle ore 19,  il Concerto della Passione per soli e orchestra da camera.

Il Concerto della Passione aprendo i confini del nostro territorio crea un ponte culturale e turistico con la Basilicata e l’Europa: sarà infatti eseguito dall’Orchestra di Matera, Capitale europea della Cultura 2019, a cura del LAMS Matera e Associazione “R. D’Ambrosio”,  e avrà come protagonisti Emilia Giol – soprano, Noemi Karacsony – mezzosoprano, Tiberiu Dragos Oprea – Direttore d’orchestra.

L’evento musicale anticiperà i momenti di riflessione e suggestione dei Riti della Settimana Santa che, anche quest’anno, incontreranno, per Fede e Turismo, numerosissimi visitatori e turisti.

Strettamente collegato ai due elementi di Culto e Tradizione di Filia Solis, anche il programma proposto dal direttore artistico dell’Orchestra di Matera e della Basilicata, M° Giovanni Pompeo: inizio affidato all’Ouverture del “Messiah” di G. F. Händel, un oratorio in lingua inglese composto nel 1741, e alla celeberrima “Aria sulla IV Corda” di J. S. Bach, secondo movimento della Suite N° 3 per orchestra, composta fra il 1721 e il 1730, dimostrazione della genialità compositiva e del profondo pensiero spirituale e intellettuale del musicista tedesco.

Lo “Stabat Mater” P77 per Soli e Orchestra da Camera di Giovan  Battista Pergolesi costituirà la parte centrale e caratterizzante dell’evento musicale: uno dei più importanti esempi della musica italiana del ‘700,  fu commissionata nel 1734 a Pergolesi dalla laica confraternita napoletana dei Cavalieri della Vergine dei Dolori di San Luigi al Palazzo per  officiare alla liturgia della Settimana Santa in sostituzione della precedente versione commissionata ad Alessandro Scalatti dalla medesima confraternita, vent’anni prima. Pergolesi racchiude l’opera in 12 sequenze fra duetti ed arie solistiche, rendendola più snella e compatta rispetto alla precedente, con le tipiche tendenze armoniche e melodiche della Scuola Napoletana ed Europea del tempo.

A conclusione del Concerto, nel suggestivo Chiostro dei Padri Liguorini, attiguo alla Chiesa di S. Alfonso, degustazione dei dolci tipici pasquali, a cura del Panificio Lombardi di Francavilla Fontana, abbinati ai Vini  Azienda Agricola Melillo.

Emilia Giol – Soprano

Emilia Giol, soprano, si diploma in canto presso il Conservatorio di Musica di Brasov (Romania) nel 2013.

Predilige il repertorio Mozartiano e del belcanto e in questi anni, grazie all’esibizioni con le più importanti orchestre rumene, ha consolidato la sua presenza sulle scene musicali nazionali. Attualmente prepara i ruoli  di Donna Anna in “Don Giovanni” – WA Mozart, il ruolo di Micaela in “Carmen” – G. Bizet, il ruolo di Silvia in “Silvia” – E. Kalman e il ruolo di Violetta in ” La Traviata “- G. Verdi e la parte di soprano del Requiem di G. Verdi per una tournè in Italia nel 2019.

Noémi Karácsony – Mezzo-soprano

Consegue i titoli musicali presso la “Transilvania” University di Brașov e Iași (Romania).

Si perfeziona con Laura Niculescu, Mária Temesi,  Cyrille Gerstenhaber, Liliana Bizineche, Maria Slătinaru-Nistor.

Si afferma nel panorama musicale nazionale e internazionale eseguendo musiche di Vivaldi, Ravel, De Falla,  Saint-Saëns nell’ambito di importanti concerti e gala in Romania, Bulgaria e Italia.

 Tiberiu Dragoş Oprea – Direttore

Dopo aver conseguito una laurea triennale presso la National University of Music – Bucarest, in Composizione, Musicologia e Direzione d’Orchestra (2000), Tiberiu Oprea studia con il famoso Maestro Ludovic Bacs, conseguendo il Master presso la stessa Università (2001).

Tiberiu Dragoş Oprea è il fondatore artistico (2007) e direttore principale della Pitesti Philharmonic Orchestra (PPO). Collabora inoltre regolarmente con molte orchestre nel suo paese e all’estero, affiancando solisti di fama internazionale come Andrei Ionita, Valentina Naforniţă, Valentin Gheorghiu, Felicia Filip, Luiza Borac, Liviu Prunaru, Cezar Ouatu, Gabriel Croitoru, Mirabela Dina, Mediana Vlad, Răzvan Stoica, Cristina Anghelescu, Răzvan Suma , Alexandru Tomescu, Andre Parfenov.

Il suo vasto repertorio copre non solo le opere sinfoniche ma anche l’opera, l’operetta, i musical, la musica per film e così via.

Si è esibito come Direttore di diverse Orchestre, viaggiando in tutta Europa in paesi come Germania, Croazia, Italia, Spagna, Francia, Norvegia.