Fasano, località Pezze di Greco. 51enne originario di Altamura, trovato in possesso di un “nunchaku” e un “coltello a farfalla”, denunciato.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Fasano hanno deferito in stato di libertà per il reato di porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere, un 51enne originario di Altamura.

L’uomo è stato fermato alla guida della propria autovettura Alfa Romeo 147 in località Pezze di Greco di Fasano, sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un “Nunchaku” con manici telescopici e un “coltello a farfalla” con lama di 11 cm, occultati all’interno del vano portaoggetti della vettura. I due strumenti atti ad offendere, per il cui possesso l’uomo non ha saputo fornire plausibili giustificazioni, sono stati sottoposti a sequestro. Il “Nunchaku” è un’arma tradizionale di tipo contundente diffusa in alcuni paesi dell’Asia Orientale, costituita da 2 bastoni corti uniti mediante una breve catenella o corda. Il “coltello a farfalla” è uno strumento di origine filippina, così denominato per la particolarità del manico che viene aperto in due parti longitudinalmente, per scoprire la lama. Viene anche denominato “Balisong”, che è una delle armi tradizionali di un’arte marziale filippina.

BRINDISIConvegno.“Cerano un futuro da costruire insieme”

Interviste