BRINDISI.Stabilizzazione dei lavoratori EX LSU ATA e degli appalti storici.Incontro Cobas con Sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano

Si  è tenuto  sabato  a Palazzo  Nervegna  un incontro, organizzato  dal   sindacato  Cobas,  con  il  Sottosegretario  al   Miur Salvatore   Giuliano  sulla  stabilizzazione  dei lavoratori  EX  LSU  ATA  e  degli  appalti   storici, una  vicenda che dura oramai da molto tempo.

Vi sono  vicende lavorative  che  sembrano  non avere mai fine…. .. tra incontri, proteste, manifestazioni, promesse ( da parte delle Istituzioni  e non solo), e  intanto gli anni passano.

Vi sono vicende  che quanto prima hanno soluzione, altre   che incorrono  sempre  in “ vicoli  ciechi”, altre  ancora  per cui, le parti interessate, fanno proprio di tutto per portare soluzioni positive  e definitive.

Emblematica  la  vicenda ( che interessa  il Paese)  della  stabilizzazione  dei  lavoratori    ex  LSU  ATA  e degli appalti storici,  situazione  che  dura ormai da molto tempo.  Quelle  vicende, appunto, che  stancano  e preoccupano  i diretti  interessati,  ma  probabilmente   giunte ad una soluzione definitiva, finalmente.

Il Sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano-Roberto Aprile (Cobas)

La  situazione  di questi lavoratori ( circa 3000, ad esempio, in tutta la Puglia), inevitabilmente  legata  a scelte, decisioni  da parte delle Amministrazioni  locali  e del  Governo. Una vicenda che, ora più che mai, necessita  di una grande sinergia, anche di un ampio  confronto e dibattito, soprattutto  con  e per i lavoratori.

Per  questo, la  Confederazione  Nazionale  Cobas  e   Bobo   Aprile( da  anni, sta lottando per la risoluzione del problema)  hanno organizzato sabato scorso, presso la Sala Universitaria di Palazzo Nervegna, per fare il punto della situazione  e  quindi lo  “ stato dell’ arte”,  un incontro   con  il  sottosegretario  al  Miur  Salvatore   Giuliano.

Sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano

Erano  anche presenti  il Consigliere  Regionale  M5S   e Vice  Presidente  Commissione  Regionale  Lavoro  Gianluca  Bozzetti e alcuni componenti  dell’ Esecutivo   Nazionale  Cobas, oltre  a tanti lavoratori, provenienti anche da diverse regioni italiane.

E proprio      il sottosegretario    Salvatore  Giuliano  e  Bobo Aprile( da noi intervistati, insieme   a Gianluca  Bozzetti), hanno fatto una  sorta di  cronistoria  su questa   vicenda.

“ Bisognava restituire dignità  a questi lavoratori, che attendono da molti anni di essere stabilizzati  –  ha dichiarato  Salvatore  Giuliano –   tra l’ altro lavoratori che hanno  precise professionalità  e competenze, impegnati  in appalti promossi dagli   Enti   locali, nelle  pulizie  e manutenzioni nelle  scuole.  E’ stato subito  un obiettivo  del nuovo  Governo  che, voglio ricordarlo,  sta anche introducendo, a proposito  del rispetto di ogni forma di lavoro,  il   “reddito minimo garantito”.  Lavoratori   che sono stanchi  della precarietà, di situazioni che   invece  hanno bisogno  di rassicurazioni definitive  sul futuro.  Dunque, posso confermare  che  dal   primo  gennaio  2020 questi  lavoratori saranno  assunti   dal Ministero  dell’ Istruzione,

Gianluca Bozzetti ( Consigliere Reg M5S e Vice Presidente Commissione Lavoro Regione Puglia)-Il Sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano

grazie al grande lavoro   e il processo di  stabilizzazione avviato dal   Governo. C’è  soddisfazione, da una parte,  ma  dall’ altra la convinzione che  è un percorso che deve essere  portato avanti  e consolidato”.

Come detto, una vertenza lavorativa che continua da molti  anni, pesando  sia  sull’ aspetto  psicologico  dei  lavoratori  e su quello economico, dal momento  in cui   la precarietà  estrema diventa   “un incubo”.  Lo ricorda proprio una nota del  Cobas :  “ Una stabilizzazione   che arriva  dopo tanti  anni, visto che gli  allora   LSU   hanno iniziato   le loro  attività nelle scuole per le pulizie  nella seconda metà degli anni  80”.

Ora,  sembra proprio che questa   “ eterna vicenda”  abbia finalmente    fine. Che sia da esempio  per altre, anche più drammatiche vicende( che chi vi scrive conosce anche bene)  che   attendono    GIUSTIZIA.

Foto e Video Marcello Altomare