Cellino San Marco. Coniugi controllati a bordo di autovettura munita di targa non abbinata al numero di telaio del veicolo, dalle verifiche è emerso che è oggetto di furto.

Il mezzo è stato sequestrato e gli occupanti deferiti per ricettazione e riciclaggio.

I Carabinieri della Stazione di Cellino San Marco a conclusione degli accertamenti hanno deferito in stato di libertà due coniugi del luogo per ricettazione e riciclaggio. La coppia è stata fermata nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale sulla SP75, mentre erano a bordo  di una Fiat bravo. Da un primo esame è emerso che il mezzo era sprovvisto di polizza assicurativa obbligatoria, scaduta di validità da qualche mese. Ulteriori verifiche hanno fatto emergere una serie di incongruenze e in particolare che il veicolo risultava immatricolato nel  2008, con in dotazione tutti e 4 i vetri laterali e il lunotto anteriore e posteriore dell’anno 2011. Ed ancora nell’ultima revisione effettuata  nel giugno del 2017  aveva percorso 188.214 Km, mentre attualmente all’atto del controllo misurava circa 30.000 km in meno. Pertanto, i militari  hanno acclarato che la vettura è risultata oggetto di furto denunciato dal proprietario presso la Stazione Carabinieri di Porto Cesareo (LE) il 14 agosto 2018, ed è stata sottoposta a sequestro.