Brindisi. Mancato rinnovo del contratto integrativo per i lavoratori della Asl. Bozzetti (M5S): “A rischio remunerazione degli straordinari”

“Il contratto integrativo aziendale dei lavoratori della ASL di Brindisi non è stato ancora rinnovato ed è inconcepibile che la remunerazione per il lavoro straordinario sia a rischio”. Lo dichiara il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti che annuncia di aver depositato una interrogazione indirizzata all’assessore alla Sanità Michele Emiliano, con la richiesta di provvedere  ad avviare quanto prima le trattative per il rinnovo del contratto integrativo, nonché di conoscere nel dettaglio in che modo, ad oggi, sia stato utilizzato l’ex “Fondo per i compensi di lavoro straordinario e per la remunerazione di particolari condizioni di disagio, pericolo o danno”.

“Nonostante numerose diffide – evidenzia il consigliere pentastellato – ad oggi le OO.SS. non hanno ricevuto alcuna risposta, delineando a loro modo di vedere un forte comportamento antisindacale. Oltre ai cittadini fruitori dei servizi, anche i lavoratori delle stesse ASL continuano a subire le inefficienze della Regione in materia di sanità”.

Nell’interrogazione si chiede anche di conoscere le motivazioni relative al mancato perfezionamento delle procedure di selezione per gli incarichi di coordinamento; se l’ASL di Brindisi sia  in procinto di modificare l’assetto organizzativo e gli orari di lavoro del personale di supporto in alcuni servizi e di ricevere copia del Piano della Performance e del Piano annuale delle ferie del personale.

“Emiliano – conclude Bozzetti – continua a voler nascondere ai cittadini, attraverso una perenne campagna di fumo negli occhi, il fallimento della sua gestione del servizio sanitario regionale, ma noi non ci stancheremo mai di denunciare tutte le sue mancanze e di chiedere il rispetto dei diritti di tutti i lavoratori”.

BRINDISI-“Europa e l’ Europa che verrà”

Incontro Convegno Fdi

Interviste