Carovigno. Servizio straordinario di controllo del territorio. Denunciati in stato di libertà due giovani, uno per guida in stato di ebbrezza alcolica e il secondo per porto di oggetti o strumenti atti ad offendere.

Altri 3 giovani sono stati segnalati quali assuntori di stupefacente, effettuate 12 perquisizioni, 47 le auto controllate con 68 persone identificate, di cui 13 di particolare interesse operativo, 8 i soggetti monitorati sottoposti a misure cautelari e di prevenzione.

I Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e dei reparti da questa dipendenti hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella città di Carovigno. L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato nell’ambito della città di Carovigno non ha comunque trascurato le aree periferiche e balneari, nonché le contrade rurali. Nell’ambito delle attività, i militari hanno deferito in stato di libertà un26enne magazziniere del luogo, per guida sotto l’influenza dell’alcol. L’uomo, nella tarda serata, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale è stato sorpreso alla guida dell’autovettura Peugeot 308, di proprietà di un congiunto, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol. Sottoposto ad accertamento, gli è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 1,17 G/L. La patente è stata ritirata e il veicolo affidato al proprietario. Per quanto riguarda laguida in stato di ebbrezza è l’art.186 del codice della strada: che punisce le condotte di chi guida in stato di ebbrezza alcolica. Le sanzioni, previste variano a seconda del tasso alcolemico riscontrato, vi sono infatti tre soglie: la prima per valori superiori a 0,5g/l e non superiori a 0,8g/l (grammi/litro) contempla una sanzione di natura amministrativa pecuniaria con la depenalizzazione dell’illecito; la seconda con un tasso alcolemico superiore a 0,8g/l e non superiore a 1,5g/l integra una contravvenzione punita con le pene congiunte dell’ammenda e dell’arresto; la terza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è punita con sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda comminate in misura maggiore rispetto alla seconda soglia. Alle sanzioni più afflittive previste dalla terza soglia si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo–salvo che non appartenga a terzi- e la revoca della patente di guida.

Nel corso dell’esecuzione del servizio sono statisegnalati all’Autorità Amministrativa 3 giovani, trovati in possesso a seguito di perquisizione personale, di modiche quantità di sostanze stupefacenti per uso personale. In totale sono stati rinvenuti 2 grammi di eroina , 0,6 grammi di marijuana e 0,6 grammi di hashish, il tutto sottoposto a sequestro.

È stato altresì deferito, per il porto di oggetti atti ad offendere, un giovane originario della provincia di Bari residente a Mesagne, fermato mentre percorreva a piedi via Bengasi, sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, sottoposto a sequestro.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 12 perquisizioni personali, identificato 68 persone di cui 13 di particolare interesse operativo, controllato 47 autoveicoli oltre a 2 esercizi pubblici. Sono state controllate 8 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione.