San Pietro Vernotico. 57enne per non avere ottemperato alle prescrizioni dell’autorità Giudiziaria, gli è stata aggravata la misura cautelare, dagli arresti domiciliari va in carcere.

I Carabinieri della Stazione di San Pietro Vernotico hanno tratto in arresto su “Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere”, emessa dalla Corte d’Appello di Lecce, ASUNI Marco 57enne del luogo, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il provvedimento maggiormente afflittivo scaturisce dalle ripetute violazioni delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria a cui l’uomo non ha ottemperato. In  particolare nel corso dei vari controlli effettuati dai Carabinieri è stato sorpreso a colloquiare con  persone estranee al proprio nucleo familiare. È stato  anche accertato che ha inviato alcuni messaggi ed effettuato telefonate, contravvenendo così  al divieto di comunicare con persone  diverse da quelle che con lui coabitano o che lo assistono. L’Asuni era stato colpito da provvedimento cautelare agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione denominata “Game Over” dei Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi. Attività che ha visto l’emissione di provvedimenti cautelari nei riguardi di 45 indagati responsabili a vario titolo di associazione finalizzata alla cessione di stupefacente, reati in materia di armi, estorsione ed altro. L’arrestato è stato condannato con doppio grado di giudizio alla ragguardevole pena di 8 anni e 4 mesi di reclusione, anche per reato associativo. L’arrestato espletate le formalità di rito è stato associato nella Casa Circondariale di Brindisi.