BRINDISI.Presentati I candidati M5S al Parlamento Europeo

Presentati  domenica  scorsa  a Brindisi, presso la Sala  Conferenze  di Palazzo Nervegna, i candidati M5S al  Parlamento   Europeo, alla presenza  del  Consigliere Regionale  Gianluca  Bozzetti   e il sottosegretario  alla Pubblica  Istruzione   Salvatore  Giuliano.

Ci  siamo, mancano ormai  pochi giorni  al  “ fatidico  giorno”  delle  Elezioni   Europee, il prossimo  26 maggio.  Anche  se qualcuno continua  in un certo senso  a “ minimizzare”  l’ importanza  dell’ evento,  invece è indubbia la valenza, sotto   proprio il  profilo di un possibile, inevitabile, impatto che  può avere, anche e soprattutto, sugli equilibri  e scenari politici italiani.

Continuano  dunque le manifestazioni   e iniziative  delle varie forze politiche e dei candidati   al  Parlamento  Europeo.  Domenica  scorsa, presso la  Sala Conferenze   di Palazzo Nervegna, la presentazione  dei candidati    M5S  Circoscrizione  Sud :  la Capolista , la brindisina   Chiara   Gemma, Mario  Furore,   Alberto  De Giglio,  Franca Pulpito,    alla presenza  del Sottosegretario   alla Pubblica Istruzione  Salvatore   Giuliano  e il consigliere  regionale   Gianluca   Bozzetti.

 Erano  presenti  anche  i   Consiglieri     Comunali  brindisini     Gianluca    Serra,  Tiziana   Motolese  e    Paolo   Le     Grazie,  in rappresentanza di un movimento  che   a  Brindisi, attraverso  proposte  e istanze costruttive, sta dando  un significativo  costruttivo  alla   macchina  amministrativa.

Gli   iscritti, simpatizzanti  e sostenitori, hanno cosi’ potuto  conoscere meglio  i candidati,  il loro impegno  ed entusiasmo  per portare avanti, anche  nel  Parlamento    Europeo, i programmi e gli obiettivi del  M5S.

L’ intervento introduttivo  del   Sottosegretario   Salvatore    Giuliano, una personalità  molto nota alla comunità  brindisina.  L’ ex  dirigente  scolastico   dell’  Istituto   Tecnico    Industriale   Majorana    si è soffermato  ad esempio  sul tema della legalità :   “ Un motivo in più, per spingere  i cittadini del territorio brindisino   a votare  i nostri candidati  anche per il Parlamento  Europeo,  è proprio quello della legalità, in sostanza  un patrimonio distintivo dell’ agire  e di appartenenza, a differenza  appunto  di  situazioni di corruzione  e illegalità  che hanno contraddistinto  in queste ore  altre forze politiche. Il M5S  ha già dimostrato, espellendo  subito qualche indagato, che  si può combattere  il vecchio costume della politica, il malaffare che ha purtroppo minato sviluppo e certezze”.

E  il   Consigliere  Regionale  Gianluca  Bozzetti  ha voluto sottolineare   “ l’ onestà, la competenza  dei nostri candidati, del resto appartenenti  a quella sana società civile  che è  sempre fonte di progettualità e iniziative  per il territorio, il  Paese, è può nel caso specifico    essere molto utile  e funzionale ad un’ Europa più vicina  a noi, diversa”.

“ Continuare    per Cambiare”  è lo slogan  a cui hanno anche  fatto riferimento    il Sottosegretario   Salvatore  Giuliano  e i candidati  nelle  Video  Interviste.    “ Cavalli  di  battaglia”, punti  imprescindibili  come   il Made  in Italy, la salvaguardia dell’ ambiente,  la lotta alle Multinazionali   “ fuori regola”,  l’ introduzione del  Salario  Minimo  Garantito anche in Europa,  un’ equa regolamentazione  dei flussi migratori “.

Indubbiamente,  si deve dare atto  al M5S di  aver voluto  con tutte le forze   un  “ cambio  di rotta”, per quanto riguarda  la lotta alla  “ casta”, ad una certa politica  che in tutti questi anni, trasversalmente, ha più pensato alle poltrone  e ai propri interessi personali  e non al benessere dei cittadini, dei bisognosi, delle comunità.

Sentite  alcune dichiarazioni di Alberto De Giglio ( tra l’ altro, già  Giornalista  Parlamentare  e  Responsabile  della  Comunicazione  M5S alla Regione Puglia ) , in merito alla questione vitalizi :  “  E’ mai possibile che un  ex  Consigliere  Regionale, ad esempio, debba  prendere  11.000 EURO  al mese di Vitalizio  ?   Noi  lottiamo per eliminare  questo, una volta per tutte”.

Come  non essere d’accordo  ?

Foto e video   Marcello  Altomare