Brindisi. Arrestata per furto di energia elettrica, sottratti circa 24.000 Kwh pari a un importo approssimativo di 7.000 €.

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale, al termine degli accertamenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato continuato di energia elettrica SOLIBERTO Consiglia 28enne di Brindisi.

Nell’appartamento della donna si è appurata la non regolarità in relazione alla fornitura di energia elettrica. È stato accertato con l’ausilio dei tecnici della società erogatrice del servizio, che la predetta intestataria della fornitura aveva sottratto dalla  rete pubblica  energia elettrica. Il reato era avvenuto mediante manomissione e danneggiamento del cavo di alimentazione per mezzo di un collegamento by-pass. Da un primo conteggio speditivo è emersa la sottrazione di circa 24.000Kwh per un importo di circa 7.000 €. A seguito del sopralluogo l’impianto è stato messo in sicurezza dagli operatori dell’ente erogatore. Nella circostanza è stato deferito in stato di libertà un 38enne convivente della donna. L’arrestata, espletate le formalità di rito è stata rimessa in libertà ai sensi dell’art.121 del codice di procedura penale, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.