BRINDISI.rifiuti in zona Autigno , Comitato Salute Ambiente e Territorio:“ Servizio rifiuti praticamente inesistente, ed assenti in sostanza tutti gli altri servizi “

Intervento  del  Comitato Salute  Ambiente  e Territorio  sulla situazione rifiuti  in zona Autigno ( di cui ha parlato una testata giornalistica  on line, in riferimento ad interventi effettuati da Ecotecnica) :   “ Servizio   rifiuti praticamente  inesistente, ed assenti in sostanza tutti gli altri servizi “.

Contrada   Autigno, sì  proprio quella, tra  Brindisi  e San  Vito  dei  Normannni, di cui   abbiamo parlato tante volte  e praticamente  a due passi dalle  due Discariche. Una, la Discarica  gestita da  Formica Ambiente ( che continua  a ricevere ad esempio  i rifiuti  indifferenziati), l’ altra, la ex  Discarica comunale  ( gestita  in questi anni dalla Ditta Nubile), sequestrata  per le note vicende giudiziarie  e in attesa di una riapertura.

Una  zona  già devastata  sotto il profilo ambientale,  ma con tante, altre  problematiche,  più volte denunciate dai residenti e dal  Comitato  Salute ambiente  e Territorio. Ogni zona, ogni quartiere, devono avere una dignità, la massima attenzione da parte della politica, le istituzioni, gli organi preposti   al mantenimento  dei servizi.

A proposito  di servizi  , riceviamo   e pubblichiamo  un’ intervento del  Presidente  del Comitato Salute  Ambiente  e Territorio Maurizio Tamborino , alla luce  di un articolo, apparso  su una testata  giornalistica on line, in riferimento  ad interventi di Ecotecnica  susseguenti all’ abbandono  illecito di rifiuti.

Premessa :  di  per sé, l’ abbandono di rifiuti, come ha più volte  sottolineato anche lo stesso Sindaco di Brindisi  Riccardo  Rossi,  “ rappresenta un fenomeno che danneggia  inevitabilmente  il grado di civiltà di una comunità e ogni tentativo di percorrere  una strada verso la tutela ambientale, la salute, costi sostenibili per la comunità”.

Ma   proprio il Comitato Salute    Ambiente  e Territorio, a proposito  della vicenda rifiuti  in Zona Autigno, vuole fare delle precisazioni, attraverso  le  dichiarazioni del proprio  Presidente :  “ Noi  come Comitato   ci siamo  occupati e ci occupiamo della salvaguardia  della salute e dell’ ambiente, e  non solo  per quanto riguarda  il caso specifico di  Contrada  Autigno   e delle altre zone che, lo ribadiamo, senza polemica, sono state abbandonate dalle  istituzioni  in tutti questi  anni.   Ma , quanto  sta avvenendo   in questa zona ( e da  quanto abbiamo appreso dalle notizie apparse su una testata on line)  deve  essere  “ inquadrato”   in un discorso più ampio.  Qui  non ci sono proprio cassonetti, non esiste praticamente  il “ porta a porta”, un servizio raccolta rifiuti.  Non esiste niente, si paga  e basta….. Ci sarebbe molto da parlare, da anni  i gli abitanti del posto trasportano i loro rifiuti, dalle Contrade a Brindisi, per mancanza di cassonetti, poi con l’arrivo dei villeggianti si vedono queste scene, si, perché quello che non si vuol capire che nonostante tutti i disagi che le discariche hanno dato in questi anni, Formica ancora oggi, quella zona rimane sempre una zona agricola a vocazione turistica, e non contrariamente a chi vuol farla diventare una zona industriale.. Noi  queste mancanze  continuiamo  a denunciarle, con la speranza  che più di qualcosa cambi, che l’ Amministrazione  Comunale  e le istituzioni restituiscano  dignità  a questa  importante  porzione  del territorio brindisino”.