Villa Castelli: inseguimento nella notte, intercettate due auto in fuga, di cui una rubata e data alle fiamme, l’altra, rinvenuta nella campagne.

41enne denunciato in stato di libertà per favoreggiamento personale e segnalato per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Nel corso di un servizio mirato alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio, i Carabinieri della Stazione di Villa Castelli, in quella contrada Barbato, nella serata di ieri, alle 23.00 circa, hanno intercettato e successivamente iniziato un inseguimento con due autovetture. In particolare le due auto inseguite erano una Fiat Panda e una Ford Fiesta, con a bordo quattro individui, i cui occupanti accortisi della presenza della pattuglia, hanno tentato una precipitosa fuga percorrendo a forte velocità, strade interpoderali di campagna anguste e sterrate e nel corso delle fasi dell’inseguimento, protrattosi per circa 3 Km, sono riusciti a dileguarsi a piedi per quei terreni, abbandonando le due autovetture su cui viaggiavano e riuscendo ad incendiare la sola Fiat Panda, facendo poi perdere le loro tracce.

Le ricerche sono state immediatamente avviate dalle varie pattuglie sul territorio, per tutto il percorso dell’inseguimento. Le fiamme, che hanno distrutto completamente la Fiat Panda, oggetto di furto denunciato a Grottaglie(TA) il 30 aprile 2019, sono state domate dai Vigili del Fuoco di Francavilla Fontana. Nelle immediate vicinanze è stata rinvenuta anche la seconda autovettura. All’interno della Ford Fiesta, sono stati trovati vari attrezzi da scasso nonché una centralina per l’accensione di auto priva di dati identificativi, il tutto sottoposto a sequestro.

Nel corso delle attività di polizia giudiziaria è stata anche eseguita una perquisizione nei confronti del proprietario dell’autovettura Ford Fiesta, un 41enne di Grottaglie (TA). Nel corso del controllo sono stati trovati 2 grammi di sostanza stupefacente del tipo “Hashish” nonché la doppia chiave originale della stessa Ford Fiesta, sottoposta a sequestro ed in attesa che siano eseguiti accertamenti tecnico scientifici per appurare la presenza di eventuali impronte/tracce di tutti gli occupanti.

Il 41enne, proprietario del veicolo, quindi, oltre ad essere segnalato all’Autorità Amministrativa per l’uso di sostanze stupefacenti, escusso in merito ai fatti avvenuti, è stato anche deferito in stato di libertà per favoreggiamento personale, poiché non forniva chiare spiegazioni circa il rinvenimento delle chiavi originali all’interno della propria autovettura.

Le attività d’indagine proseguono al fine di identificare gli autori dell’inseguimento, anche grazie all’esame dei sistemi di video sorveglianza presenti sulle strade.