Carovigno: servizio straordinario di controllo del territorio. un 25enne arrestato, 2 giovani deferiti in stato di libertà ed uno segnalato quale assuntore di stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni.

L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato ha anche interessato le aree periferiche nonché le contrade rurali del Comune.

Nell’ambito del servizio:

–         i Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno tratto in arresto SCATIGNA Mirco 25enne, del posto. L’uomo già sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere per altri reati è stato colpito dall’Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, emesso dal Tribunale di Brindisi Ufficio G.I.P.. Il provvedimento scaturisce da violazioni alle prescrizioni commesse in Carovigno durante il periodo di sottoposizione agli arresti domiciliari, occorso dal 24 aprile al 17 maggio 2019;

–         i militari hanno deferito in stato di libertà 2 persone, di cui una di Carovigno poiché sorpresa alla guida del veicolo in stato di ebrezza alcoolica e l’altra di Brindisi perché sorpresa alla guida senza patente, mai conseguita;

–         è stato segnalato all’Autorità Amministrativa un 15enne, trovato in possesso di uno spinello confezionato di hashish, che ha consegnato spontaneamente, e sottoposto a sequestro amministrativo.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 9 perquisizioni tra personali e domiciliari, identificato 31 persone di cui 7 di particolare interesse operativo, controllato 24 autoveicoli oltre a 2 esercizi pubblici. Sono state anche controllate 6 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione, ed elevate 6 contravvenzioni al codice della strada, privilegiando quelle violazioni che concretizzano pericolo per gli stessi conduttori mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica, ritirate 2 patenti di guida e una carta di circolazione.