Elezioni Europee 2019.I commenti dalla Politica dopo i risultati

M5S: “In Puglia siamo la prima forza politica. Continueremo a lavorare sempre meglio per il territorio”

“In Puglia il Movimento 5 Stelle si conferma la prima forza politica. Nella nostra regione come in tutta la Circoscrizione Meridionale siamo cresciuti rispetto alle Europee del 2014, sia in termini di percentuali, che di valore assoluto. Ringraziamo gli elettori che ci hanno dato ancora una volta la loro fiducia, che ci spinge a lavorare sempre di più e sempre meglio per il nostro territorio. Rispetto a cinque anni fa, conquistiamo in Europa un seggio in più, passando in Puglia da un eurodeputato eletto a tre. Questo risultato è carico di significato, specie considerando che la nostra regione è amministrata dal Pd di Emiliano, che ha registrato, invece, un calo vertiginoso rispetto alle precedenti europee. Il voto dei cittadini pugliesi ci incoraggia, anche in quelle province in cui avevano dato il M5S in calo come a Taranto e dove, invece, abbiamo resistito e colto un messaggio di fiducia. Non ci culliamo, anzi porteremo avanti con sempre più forza le nostre battaglie per il bene dei cittadini”.


ON.GEMMATO: “FDI SBANCA AL SUD E IN PUGLIA”

“Quando ad un mese dal voto il presidente Giorgia Meloni mi ha chiesto di scendere in campo per la competizione europea, con spirito di servizio ho accettato ma non avrei mai pensato di poter raggiungere il risultato di oltre 16.000 preferenze”. È il commento del deputato pugliese di Fratelli d’Italia, on. Marcello Gemmato, candidato per FdI nella circoscrizione meridionale, dopo i risultati delle elezioni europee. Fratelli d’Italia al sud si attesta al 7.6, in Puglia all’8.9, registrando un dato superiore alle altre circoscrizioni (isole 7.2, Italia centrale 6.9, Italia Nord orientale 5.7, Italia Nord occidentale 5.7). “Lo straordinario lavoro della classe dirigente di FdI ha consentito di superare lo sbarramento del 4% e di attestarci al 6.5% (dato nazionale) anche contro i pronostici di coloro che ci davano in difficoltà. Il risultato di FdI al sud premia anche un programma serio e concreto, stilato ascoltando e raccogliendo le istanze di un popolo che ha dal primo giorno rifiutato l’idea dell’assistenzialismo e del reddito di cittadinanza voluto da quella fetta di governo che, stando ai risultati nazionali, non ha più ragione d’essere. Adesso l’obiettivo è far capire agli italiani che un altro governo è possibile. Matteo Salvini abbia quindi il coraggio di staccare la spina a questo governo innaturale”, conclude Gemmato.


Italia in Comune: Abbaticchio candidato più suffragato d’Italia, fa volare il partito

A Bitonto sfiora il 35% e ottiene il miglior risultato per il partito su scala nazionale

E’ un risultato straordinario quello del partito in Puglia e personale di Michele AbbaticchioPiù Europa-Italia in Comune in Puglia è il sesto partito su scala regionale con quasi il 5% dei consensi. Ed il candidato più suffragato della lista nella intera circoscrizione è proprio il vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune Abbaticchio che, con oltre 27mila voti di preferenza ottenuti nella intera circoscrizione meridionale, di cui 25mila consensi solo dalla sua regione, si attesta il secondo candidato più votato della lista su scala nazionale subito dopoEmma Bonino di +Europa, ottenendo così il miglior risultato nazionale come candidatato Italia in Comune.

Il dato è ancora più significativo se si guarda, nel dettaglio, al risultato di Bari provincia dove Abbaticchio, vicesindaco metropolitano uscente, ha lavorato alacremente per organizzare la rete Italia in Comune: il simbolo presentato per la competizione supera l’8% dei consensi, ancora una volta con Abbaticchio che sfiora le 18mila preferenze ed è il più votato di lista (secondo, dopo di lui, il consigliere regionale Pisicchio di +Europa).  Ma la cifra più rilevante senza dubbio è quello della città di Bitonto dove Abbaticchio è sindaco. Qui il partito vola a quasi il 35% dei consensi- miglior risultato per il partito su scala nazionale– con il candidato Italia in Comune che sfiora le 7000 preferenze.

Ancora non ci credo– le prime parole del leader ItC – abbiamo superato candidati di lista ben favoriti nella nostra circoscrizione praticamente senza risorse, con la sola forze delle idee. Questo risultato è un piccolo miracolo ed è frutto di un lavoro della squadra. Dietro al miglior risultato nazionale per Italia in Comune ci sono tanti sindaci, tanti amministratori di piccoli comuni di Puglia, tantissimi semplici cittadini che hanno compiuto questo prodigio.

 In pratica, per un elettore di centrosinistra pugliese, siamo la seconda proposta valida dopo il PD, con la differenza che noi non siamo un partito storico ma sulla scena solo da 12 mesi e con un simbolo per le europee presentato lo scorso marzo– ha continuato Abbaticchio nella sua analisi-A livello nazionale, non si è superata la soglia di sbarramento prevista per ottenere il seggio, è vero, quindi il nostro sogno europeo, per il momento, dovrà attendere, ma è indubbio che, per Italia in Comune, esiste un ‘caso’, un esperimento vincente. Quel caso si chiama Puglia”. 

«Da oggi stesso al lavoro per tutto il mezzogiorno d’Italia, perché abbandoni i panni della perenne periferia e diventi centrale nell’Europa dei popoli che vogliamo costruire», è il primo commento di Andrea Caroppo, giovane avvocato pugliese e già consigliere regionale della Lega, eletto nella circoscrizione Sud.

«Oltre 50.000 preferenze sono un risultato personale che è andato oltre ogni mia più rosea aspettativa e previsione. Sono, poi, particolarmente fiero e onorato di risultare il candidato più suffragato della Lega in Puglia che è passata in un anno dal 7% al 25%. 

Il mio grazie – conclude Caroppo – va a tutti gli elettori della Lega delle regioni del Sud e a ciascuno di coloro che hanno scritto il mio nome: è una responsabilità grave che porterò, come sempre, con il massimo impegno»

EUROPEE, DIT: GRAZIE PUGLIA! FITTO E’ IL PUGLIESE PIU’ VOTATO, SECONDO SOLO A SALVINI, PREMIATO PROGETTO CON LA MELONI

Dichiarazione dei consiglieri regionali Ignazio Zullo, Francesco Ventola, Luigi Manca, Renato Perrini e Giannicola De Leonardis

“Una sola parola: straordinario! Il risultato raggiunto in Puglia da Raffaele Fitto è per noi motivo di grande orgoglio: con oltre 87mila voti, dei quali oltre 55mila solo nella nostra regione, è il candidato più votato solo dopo Matteo Salvini. Tutto questo non può non costituire un grande stimolo a proseguire con più forza e passione il progetto avviato con Giorgia Meloni, nella convinzione che soprattutto al Sud e in Puglia ci sia la possibilità di una nuova stagione politica per il centrodestra in grado di riportare alle urne elettori che nel corso di questi anni si erano allontanati.

“I voti ottenuti da Fitto hanno contribuito a rendere la percentuale di Fratelli d’Italia (8,9%) una delle più alte nel nostro Paese. Un successo ottenuto, non in modo estemporaneo: i pugliesi ci percepiscono presenti e attenti ai loro problemi e riconoscono in noi serietà e competenza, per questo ci premiano e ci danno fiducia. Una bella risposta per tutti coloro che hanno ‘gufato’ sull’elezione di Raffaele Fitto considerandolo ‘finito’ politicamente, voltandogli le spalle come uccelli migratori in cerca di posti al ‘sole’. E’chiaro che gli elettori sanno di chi possono fidarsi e di chi, invece, no. La lealtà e la coerenza sono valori che a lungo termine premiano.

“E ora tutti al lavoro per far crescere il progetto politico, i risultati di oggi sono solo l’inizio”

Il primo cittadino di Melpignano candidato all’Europarlamento, in Puglia, con oltre 25.000 preferenze, è secondo candidato PD più votato e, con quasi 19.000, il primo nella provincia di Lecce. Venerdì comizio di ringraziamento ai sostenitori.

Il primo cittadino del piccolo comune griko candidato all’Europarlamento per la Circoscrizione Italia Meridionale nelle liste unitarie del “Partito Democratico – Siamo europei” commenta i risultati della consultazione elettorale.

In Puglia, con oltre 25.000 preferenze, secondo candidato PD più votato e, con quasi 19.000, il primo nella provincia di Lecce

Venerdì 31 maggio, alle ore 20.30, in Piazza San Giorgio a Melpignano (Le) comizio 

per incontrare e ringraziare i sostenitori

Oltre 30.000 voti. Lo ritengo un risultato straordinario per un sindaco di provincia come me”. Così Ivan Stomeo, primo cittadino di Melpignano (LE), candidato all’Europarlamento per la Circoscrizione Italia Meridionale nelle liste unitarie del “Partito Democratico – Siamo europei”. “In Puglia, con oltre 25.000 preferenze, sono il secondo candidato PD più votato e, con quasi 19.000, il primo nella provincia di Lecce. Quelli che ho ottenuto sono fondamentalmente voti personali, raccolti tramite il lavoro capillare sul territorio e la collaborazione dei circoli locali, principalmente nell’area salentina, che ringrazio. Devo ammettere che è mancata una regia più attenta a livello regionale. Il Partito Democratico ha comunque retto e sono contento, in particolare, del grande risultato raggiunto dal capolista nella circoscrizione Italia Meridionale Franco Roberti. Tuttavia, è urgente ritrovare l’unità della Sinistra perché divisi si perde e si lascia spazio all’avanzata molto preoccupante della Lega. 

Ringrazio tantissimo tutti coloro che mi hanno sostenuto, ieri segnando il mio nome sulla scheda e, più in generale, nell’ultimo mese di campagna elettorale, che mi ha portato a girare in lungo e in largo le regioni del Sud che avrei voluto rappresentare in Europa. Ho potuto conoscere ulteriormente le ricchezze e le necessità delle piccole comunità del Mezzogiorno di cui occorre non dimenticare la voce e la forza. 

Venerdì 31 maggio, alle ore 20.30, sarò in Piazza San Giorgio a Melpignano (Le) con un pubblico comizio, per incontrare e ringraziare i miei sostenitori”.

IVAN STOMEO47 anni, è da sempre impegnato in politica. Nel 1990 si iscrive al Partito Comunista Italiano, poi aderisce al PDS, ai Democratici di Sinistra e infine al Partito Democratico. Già assessore comunale, dal 2010 è sindaco del Comune di Melpignano, dove da sempre vive insieme alla moglie Rita e ai figli Clara e Filippo.

Fino a marzo 2019 è stato presidente dell’Associazione Nazionale Borghi Autentici d’Italia e dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina.

Attualmente ricopre le cariche di: membro del direttivo ANCI con delega nazionale su Rifiuti ed Energia, Presidente della Fondazione Futurae, Presidente dell’Istituto Diego Carpitella. Inoltre, è componente del consiglio di amministrazione della Fondazione La Notte della Taranta.

Insieme a LegaCoop Nazionale e a LegaCoop Puglia è stato ideatore e promotore del progetto di Cooperativa di Comunità. Nel 2018 ha attivato la prima compostiera di comunità della Regione Puglia.

Da sindaco ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti soprattutto per il suo impegno a favore della salvaguardia dell’ambiente.