Brindisi. Deferito medico dell’Ospedale “Perrino”. In sala operatoria si addestrava praticando suture su carne bovina, utilizzando attrezzature e materiale di consumo della struttura.

I Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto al termine degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un dirigente medico in servizio presso l’ospedale Perrino di Brindisi, presunto responsabile dei reati di peculato, abuso d’ufficio e truffa aggravata ai danni dell’Asl di Brindisi.

Il sanitario, in orario di servizio, avendo la disponibilità della sala operatoria  comprensiva delle attrezzature e del materiale di consumo e del personale infermieristico, ha effettuato attività interventistica non inerente la propria mansione, nello specifico ha effettuato suture su carne bovina. Inoltre pur attestando la propria presenza, ha abbandonato il turno di guardia attiva dal suo reparto ospedaliero per procedere alle suddette operazioni, con l’aggravante di aver commesso il fatto in violazione dei doveri inerenti una pubblica funzione ovvero con abuso di prestazione d’opera.