Liceo Classico Marzolla di Brindisi:Raccontare la mondialità

Tra realtà globale e difficili equilibri di pace, tra sviluppo sostenibile e la piccola provincia, un’esperienza formativa, di crescita e di potenziamento di competenze trasversali e di orientamento.

Ché- non si sa mai- qualcuno di loro ce lo potremmo ritrovare tra qualche anno ambasciatore ONU o esperto di diritto internazionale o volontario di un’ONG impegnata in missioni umanitarie.

Si tratta degli alunni del Liceo Classico “Marzolla” di Brindisi, sei eccellenze delle classi quarte, selezionate per merito, che hanno vissuto l’esperienza formativa per le competenze trasversali e di orientamento- ex alternanza scuola- lavoro-,  presso la base ONU di Brindisi. L’esperienza è stata poi  rappresentata in un video,  che è stato premiato dalla Camera di Commercio di Brindisi nel pomeriggio del 28 maggio.  A dirla tutta, il Concorso “Storie di Alternanza” ha visto  premiare il “Simone Durano”,  l’altro plesso brindisino dell’IISS “Marzolla Leo Simone Durano”, con un meritatissimo primo posto. Il percorso  delSimone Durano è stato  incentrato sul proprio territorio e sulle tradizionilocali, con i “Quadrotti di Puglia”, referente la Prof.ssa laura Valentino. Il progetto, in collaborazione con la “Brinail” di Brindisi, si è proposto l’obiettivo di far sviluppare agli studenti la propria creatività e le abilità tecnico- manuali, a sostegno delle iniziative sociali ed umanitarie di un’Associazione che si impegna da anni, anche su scala nazionale, contro le leucemie, i linfomi, il mieloma, incoraggiando pure  la ricerca. Preparare figure professionali con competenze nelle arti plastico- figurative, nell’ambito del design, dell’architettura sostenibile, che sappiano interagire e collaborare con vari soggetti del territorio,  è diventato un mettere l’arte al servizio di un’Associazione no profit di grande valore sociale. I quadrotti, creazioni originali, già venduti nelle scorse “campagne “ a sostegno della Brinail nelle passate campagne di Natale e Pasqua, hanno fatto conseguire questo prestigioso primo premio.

Al  Marzolla, invece,  il secondo posto e da  Unioncamere proprio in questi giorni l’ufficialità di uno dei primi tre premi a livello nazionale per il Marzolla ancora. Sul podio, si sa, ma non a quale posto.Nel video i sei alunni hanno presentato  l’esperienza svolta presso la base ONU di Brindisi, le fasi di registrazione a scuola, hanno  illustrato  le competenze maturate, l’importante esperienza del collegamento in diretta con Valencia in inglese, durante il quale essi hanno esposto il lavoro svolto dall’ONU in termini di tutela e valorizzazione dell’acqua, di sensibilizzazione all’annullamento delle differenze di genere, di strategie ed interventi di pace, di abbassamento della povertà, insomma i goals di sviluppo dell’Agenda 2030. A chiudere il video, il simpatico augurio di buon proseguimento degli studi da parte di Antonio Intiglietta, Maria D’Aprile, Alessandro Rini, Carola De Wit, Antonella Ruggiero, Carmen Morrone, tutti funzionari della base ONU di Brindisi. A ritirare il premio in rappresentanza dei  compagni di scuolaBenedetta Fiume, Aurora De Bellis, Silvia Saraceno, Sara Barretta, Pietro Guadalupi, tutti di quarta e a Siracusa per la stagione teatrale,  Elena De Candia. Sostenuta, ovviamente, dal Dirigente Scolastico, Prof.ssa Carmen Taurino e dalla Prof.ssa Isabella Calabrese, referente di Alternanza Scuola- Lavoro.

Nelle foto: La  dirigente scolastica Carmen Taurino e la  professoressa Isabella Calabrese con Elena De Candia ricevono  il premio dai funzionari della Camera di Commercio di Brindisi; le alunne del Simone Durano Michela Valente, Noemi Siciliano, Giorgia De Marco, Giorgia Loparco, RabihaneDesari, Chiara Rubino, Lorenza Medico, Rebecca Patera, Silvia Castellana con la Presidente della Brinail Carla Sergio, la Volontaria Brinail Dorina Zammillo, la dirigente scolastica Carmen Taurino e la Prof.ssa Laura Valentino.