Finalmente il Brindisi Calcio ritorna in serie D dopo quattro anni/Foto

Si restituisce pian piano il calcio brindisino alla propria storia, dopo  periodi bui, di cattive gestioni, calcio scommesse, “ dirigenze  allo sbaraglio”.   

Finalmente . Il  Brindisi  Calcio, dopo quattro anni, ritorna in serie  D,  a seguito del pareggio  1 a 1  in quel  di Agropoli.   Un traguardo attesissimo, sperato, coltivato, soprattutto  dai tifosi brindisini,  che ora possono sprigionare le loro emozioni, la contentezza, sì diciamolo,  anche  un “ urlo liberatorio”, dopo anni di delusioni, sofferenze, una certa  “apatia” verso  progetti calcistici  che non portavano più a percorsi  ambiziosi, condivisi.

Nel calcio,  se non si hanno progetti seri, una società sana e competente, non si va lontano .Il tutto accompagnato  ad una squadra determinata, compatta, in cui, nonostante  le previste difficoltà, tutti( dal tecnico al magazziniere) remano  dalla stessa parte, sino al raggiungimento del risultato finale.

Caratteristiche  consolidate dal  gruppo allenato da Massimiliano  Olivieri, tecnico subentrato  a  campionato già iniziato  a Danilo Rufini, che sin da  subito ha saputo trasmettere la propria mentalità vincente ai giocatori.  Cosa non facile ne scontata, considerando  in un certo senso  la durezza e la particolarità  di un  “torneo  fisico e agonistico”  come quello di Eccellenza.

Emblematiche  le dichiarazioni  di mister Olivieri  a fine partita :  “ Ringrazio  la  società  perché ha creduto immediatamente nel mio credo calcistico,nel lavoro  che volevo mettere  sul campo insieme al mio staff”.

L’ abbiamo detto più volte, anche sulle pagine della nostra testata on line, senza retorica   e senza dubbi o paure. Negli ultimi anni, la  storia del calcio brindisino ha in un certo senso  rispecchiato quella della città di Brindisi. Una città che ha cercato di risollevarsi definitivamente, ma trovando  di fronte ostacoli di varia natura, personalismi, interessi particolari, sudditanze.  Aggiungiamo  noi,  anche  amministrazioni, una certa politica, un sistema imprenditoriale, apparsi  abbastanza distanti  da uno sport che  invece ha bisogno di cura, massima attenzione, progettualità, ottimismo, condivisioni.

Ed  allora, mettiamola  così…. Il  Brindisi Calcio  finalmente ritorna in serie  D dopo  periodi bui, cattive gestioni,vicende di calcio scommesse ,dirigenze  “allo sbaraglio”.

L’assessore allo sport Oreste Pinto

Pian  piano, il calcio brindisino, si rappropria  della propria  storia, nobile, caratterizzata  da alti palcoscenici  e giocatori  che hanno  anche fatto  parte della storia del calcio italiano.

Nei prossimi giorni  si penserà a programmare la prossima stagione. Ma  ora  è soprattutto il momento di festeggiare, portare orgogliosamente  in ciascuno di noi   quella  “ bandiera brindisina” che non può proprio prescindere dallo sport.

I valori dello sport, quello sano, che aiutano a combattere, a non arrendersi mai, a credere in quello che  si fa.

FORZA  BRINDISI.