BRINDISI.Grande festa giovedì sera in Piazzale Flacco per il ritorno del Brindisi Calcio in serie D.

Un momento di grandi emozioni per tutta la città.

Il   calcio brindisino ha una sua storia, una sua tradizione, fatta di giocatori, società, dirigenti  che, insieme ai tifosi  e chi da sempre segue il Brindisi, hanno dato tutto per la maglia.

Il tanto  atteso ritorno  in serie  D ( ma praticamente, per la nuova   società  brindisina costituita rappresenta  la prima volta in assoluto, provenendo dalle categorie di Promozione e Eccellenza) è  la vittoria di tutti  i brindisini,  di coloro  che  vedono anche  nello sport  un  elemento cardine dello sviluppo definitivo della  città, di una  comunità.  E , senza  girarci tanto intorno,   questo  evento  ci voleva, per una Brindisi   ancora alle prese con grosse e importanti problematiche sotto il profilo sociale, economico, occupazionale.

Lo sport, il calcio, trascinano, coinvolgono, emozionano.  Valori  emersi  nella grande festa  organizzata giovedì sera   dall’ emittente televisiva Canale 85(  diretta televisiva, anche in steaming  e sui social) e condotta  dai giornalisti  e colleghi  Cristina  Cavallo  e Fabrizio   Caianiello.  Una  bella serata, in cui  si sono condensati gioia, divertimento, speranza, emozioni, riflessioni,  profonda commozione , quando si è trattato  di ricordare chi  non c’è più.

C’erano  proprio  tutti :   tutti i componenti della rosa ( protagonisti di una bellissima cavalcata), l’ allenatore  del Brindisi Massimiliano Olivieri,  il Presidente   Antonio  Giannelli insieme ad Umberto  Vangone e  gli altri  componenti della società, i dirigenti( guidati  dal Direttore Generale    Enzo Carbonella), chi  ha anche contribuito   dietro le quinte  alla realizzazione del  “ grande  sogno”, il Sindaco di Brindisi  Riccardo  Rossi, l’ Assessore  comunale  allo Sport  Oreste Pinto, il Delegato  Provinciale   Coni   Oronzo  Pennetta, i genitori  di  Melissa Bassi  e quelli  di Leo  Orlandino( l’ ex portiere  brindisino  tragicamente scomparso in un incidente stradale),nel  ricordo  di Franco Bottiglieri,  grande tifoso biancazzurro  scomparso  nel post  partita  di  Agropoli.

E poi,  anche  e soprattutto loro, i tifosi, che hanno sempre seguito la loro squadra sia negli appuntamenti casalinghi che in trasferta, con cori, striscioni, fumogeni, il  “ grido  immenso e continuo” Forza  Brindisi.

Una serata  all’ insegna anche del divertimento, con il duo  TINDILO  composto   da Salvatore   Cocciolo ( Cico) e Franco  Zuccaro.  E poi, i ringraziamenti  sul palco anche agli organi  di stampa, ai giornalisti che( con amore per il calcio  e il Brindisi, a volte anche con  contributi critici, ma sempre costruttivi) hanno  seguito   il percorso di  un risultato tanto sognato e poi finalmente  realizzato.

Ora,  si guarda avanti, a coltivare altri sogni, altre ambizioni, altri percorsi. Tutti  insieme, Società( non si escludono ulteriori collaborazioni e ingressi), dirigenza, staff tecnico, l’ impegno e l’ entusiasmo dei giocatori,  le  istituzioni.

Noi, personalmente,  auspichiamo  la conferma di Mister Olivieri, tecnico serio, professionale, ma soprattutto grande uomo, qualità che del resto si evincono dalla nostra  Video  intervista.

Foto e video Marcello Altomare