BRINDISI.Nasce una Fondazione per ricordare ulteriormente una brava persona , Lorenzo Caiolo.

Una persona  che  ti è  rimasta nel  cuore, la si ricorda  , anche e soprattutto, attraverso manifestazioni, iniziative, da condividere  con tutti coloro che hanno apprezzato  i comportamenti, i gesti, il senso della solidarietà, di  un ‘ “ esistenza  al servizio degli altri”.

E’  il caso di  Lorenzo  Caiolo,  appunto una di quelle  belle persone che ti sono rimaste dentro, e  ti chiedi  ancora  “ come sia possibile che un uomo del genere non ci sia più, tra noi, per insegnare  e far capire il senso della solidarietà, della condivisione, di quella comunità di intenti e di istanze che dovrebbe sempre essere al centro dello sviluppo di ogni comunità “.

Ora, per ricordarlo  ulteriormente, per tenere sempre nella memoria  quanto di sano e    bello fatto nella  propria vita, nasce  una fondazione intitolata  a Lorenzo Caiolo, professore  di origine  sanvitese, soprattutto   “  un vero italiano”, un    “ vero pugliese”.

Presidente  della fondazione   Lorenzo  Caiolo è  Silvia  Di Dio, Vice   Presidente   è  Antonio  D’ Errico. La presidenza onoraria  è stata affidata alla moglie di Lorenzo, Rosanna  Gagliani  , e  il Coordinamento  del Comitato  Scientifico   al  loro figlio, Adama  Zoungrana  Caiolo .  Cofondatori  i famigliari  del docente e alcuni amici, che erano presenti   al momento emozionante dell’ atto notarile.

Tanta  commozione e emozione da parte di Silvia  Di Dio  e Antonio  D’ Errico.    “ La storia  che ci lega  a Lorenzo   ha inizio  tanti anni fa , quando  per un moto   irrefrenabile del cuore  abbiamo iniziato il nostro cammino  accanto  a lui in ogni sua attività  e nella vita come maestro e amico .  E’ una storia di grande bene che ci ha dato  speranza  e fiducia   nel  futuro , in un mondo in cui si può ancora costruire molto – raccontano Silvia Di Dio e Antonio D’Errico – Lorenzo ci ha insegnato la Bellezza dei sogni e delle azioni giuste, l’importanza del Restare Umani, della condivisione, dell’umiltà, del fare. In noi sono vivi questi insegnamenti e faremo il possibile per portarli avanti insieme a quanti vorranno”.

La Fondazione, con umiltà e ponderatezza, vorrà agire tenendo presenti i valori del prof. Lorenzo e porterà il suo contributo nelle scuole, considerando il valore straordinario che i bambini hanno sempre avuto per lui, ed in iniziative socio-culturali volte a garantire la libertà dell’individuo, la solidarietà, l’accoglienza, le differenze come ricchezza, la cultura della legalità, la lotta alle mafie, l’integrazione, l’unione dei popoli del Mediterraneo, la valorizzazione del territorio, l’attenzione a chi è in difficoltà e agli ultimi.
Sarà organizzata a breve una conferenza stampa per presentare le persone, le attività, lo spirito che anima la nuova Fondazione.