BRINDISI.Pesanti accuse in conferenza stampa delle opposizioni di Centro Destra brindisine all’ Amministrazione Comunale di Brindisi e la maggioranza di Centro Sinistra.

Non  mantenute  su ogni fronte le promesse in campagna elettorale, dove è il processo di partecipazione e condivisione tanto decantato  ? “.

 Forza   Italia,  Lega, Fratelli  d’ Italia, Idea  Brindisi, Brindisi  Popolare. Le forze   di opposizione  del Centro Destra  brindisino, con i propri rappresentanti  in Consiglio Comunale, unite  in conferenza stampa  contro  l’ Amministrazione  Comunale  e la maggioranza  di Centro  Sinistra.

Pesanti  accuse su ogni fronte,  dal settore rifiuti  ai  Servizi Sociali, passando  ad esempio   per     l’   Urbanistica, i   Lavori Pubblici ,gli  impianti   sportivi, la vicenda    Acque Chiare, tanto  per citare alcuni esempi.

“  Questa  è un’ Amministrazione  che  non ha mantenuto le promesse fatte in campagna  elettorale  e deve chiedere  scusa  alla città  “ –  questo  il  concetto  espresso, di fronte agli organi di stampa, da  Massimiliano  Oggiano ( Fratelli  d’ Italia), Gianluca Quarta ( Forza  Italia), Ercole Saponaro  ( Lega), Carmela  Lomartire  ( Brindisi   Popolare), Luciano  Loiacono  ( Idea Brindisi ).

Duro  attacco da parte di Carmela  Lomartire  ( Brindisi  Popolare)  che ha sottolineato  come  “ quell’ Amministrazione  che in campagna elettorale  ha fatto tanti slogan  e proclami  su parole  come partecipazione e condivisione, si rifiuta  di dialogare  con le  opposizioni. Abbiamo  allora capito  che  ogni decisione  e scelta di questa  amministrazione  avviene  “ nelle segrete stanze”, senza un barlume di condivisione  con le  opposizioni ( come dovrebbe avvenire inogni processo democratico)  e la comunità  brindisina.    Sono  mesi, ad esempio, che attendo risposte     su  problematiche  che interessano da vicino la nostra comunità .   E’ inutile  girarci  intorno,  il Sindaco  Rossi e la sua giunta   peccano  in trasparenza .  Manca  un principio  fondamentale  come la comunicazione, che poi vuol dire  giusta informazione, perché  non si capisce  cosa si fa  e non si fa . Non può  esserci  partecipazione  da declinare in sostanza come condivisione e contestazione  costruttiva, entrambi fondamentali  nella democrazia .  Questa  amministrazione  va avanti  quindi   “ a marcia unica “. Ci  siamo stancati  di dover inseguire  per sapere  cosa stanno facendo  e, soprattutto, se si sta facendo qualcosa . Durante  la conferenza stampa  di bilancio del primo anno dell’ amministrazione Rossi, ho sentito  ad  esempio  i toni  trionfalistici   da parte dell’  Assessore Isabella  Lettori sui Servizi  Sociali :  come fa praticamente a dire certe cose ?.    La verità  è che vi sono stati  tanti  tagli    e  ad oggi i fondi sono esauriti, tra  cui    quelli per il  rimborso  e le spese sanitarie . Tante  sono  le domande  che sono state formulate  e tante le risposte che non abbiamo avuto :  la sicurezza dei bambini dell’ integrazione scolastica(  che si svolge, come sapete, al Centro anziani al quartiere Bozzano  che è proprio carente  in tema di sicurezza),la  tutela dei lavoratori  delle Partecipate “.

Poi,  l’ avvocato  Lomartire entra  nello specifico  delle problematiche  a cui del resto hanno fatto anche riferimento   i colleghi  dell’ opposizione di  Centro  Destra .    “ Vogliamo  sapere  ad esempio  : quanto  ha  incassato il  Comune   dei  3, 3 mlioni di  euro   previsti  per le  alienazioni  ?    e quanto  dei  2, 5  previsti  per gli impianti  fotovoltaici, tra l’ altro problematica   a cui ha anche fatto riferimento lo stesso  assessore   Borri   nel corso del suo intervento  in conferenza  stampa   ?   E quanto si  è incassato   dei  2, 75 milioni  che sono stati messi a bilancio come introiti di una discarica  di cui non ci sono  praticamente  notizie   sull’ AIA  e della gara per la gestione  ?  Dovete   sapere che ogni  Amministrazione deve dotarsi per legge di un Piano di Programmazione  Economica  (PEG), che  non è stato  ancora deliberato. Vicenda   A2A : basta  con i giochi di prestigio . Il  sindaco  Rossi, fateci caso, non parla più di bonifiche, eppure  questo procedimento sarebbe fondamentale sia sotto l’ aspetto economico e sia sotto il  profilo occupazionale “.

E  poi  la vicenda  del   CIS ( Contratto  Istituzionale  di  Sviluppo), ritenuta  ad esempio    “ una chimera”  dal  consigliere  di  Fratelli  d’ Italia  Massimiliano  Oggiano.   “ Altra  situazione    ambigua .   Qui   il primo cittadino  è stato  praticamente  “ tirato per i capelli”  da sindacati, associazioni di categoria e poi da  Emiliano.  Adesso , improvvisamente  pare  davvero  che Brindisi  possa accedere  al  CIS, con 250 milioni di finanziamento. Ma, ci chiediamo , sulla base di quale progettualità  ?  Soprattutto,  anche in questo caso,  mancano  le regole basilari  della democrazia. Si sarebbe dovuto convocare  una conferenza dei capi gruppo  e poi  il Consiglio  Comunale.  Ma  è possibile decidere le sorti di Brindisi  tra pochi  addetti ? “.

Sulla   questione  Rifiuti,   la vicenda  Acque  Chiare, la situazione di alcuni impianti sportivi tra cui la situazione Masseriola,  si sofferma  Massimiliano  Oggiano .  “ Sulla vicenda Acque  Chiare  il Sindaco Rossi  e l’ Amministrazione non possono nascondersi, e meno male che c’è una sentenza favorevole per i proprietari.  Ora, l’ Amministrazione  dovrà chiarire  quale sarà la destinazione  d’ uso.  La vicenda  dell’ impianto  e la pista di atletica leggera di Masseriola rimane grave, nulla è stato fatto  e non si possono aspettare in eterno i finanziamenti  derivanti dal  bando regionale  Sport  e Periferie”.

“  Strade e marciapiedi rotti, di nuovo erbacce,   quartieri periferici ancora abbandonati  a se stessi, imprenditori  che non si presentano   neanche  più agli uffici  dell’ Urbanistica  per presentare domande e istanze perché si deve ancora fare i conti  anche e soprattutto  con  lungaggini burocratiche  “- lo scenario  evidenziato  dal Consigliere   Gianluca   Quarta  di   Forza  Italia  “.