FLAEI CISL: POSITIVO L’INCONTRO CON A2A ENERGIEFUTURE SUGLI INVESTIMENTI A BRINDISI

Nei giorni scorsi, presso la Centrale Brindisi Nord di A2A Energiefuture (ex Edipower), alla presenza dell’AD Giuseppe Monteforte, del Responsabile HR Paolo Gerosa, del  Direttore della centrale di Brindisi Francesco Taveri e delle Organizzazioni Sindacali di Categoria, supportate dalla RSU di stabilimento, si è tenuto l’ incontro di aggiornamento circa le fasi di sviluppo degli investimenti futuri di A2A Energiefuture.

FLAEI CISL Brindisi ha evidenziato che l’azienda, preannunciando la riconversione del sito – fermi restando l’aspetto produttivo e l’aspetto occupazionale – si muove nell’ottica progettuale già espressa, a livello nazionale, nelle normative inserite nella SEN (Strategia Energetica Nazionale) prima e nel PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) poi, con l’obiettivo di completare il phase out dal carbone entro il 2025 e garantire, così, efficienza dal punto di vista ambientale e con un certo anticipo rispetto all’agenda dell’Unione europea nella lotta ai cambiamenti climatici.

In sostanza, tra i filoni di riferimento degli investimenti già presentati: 1. progetto dei compensatori sincroni, già in fase operativa, che risponde all’esigenza della transizione energetica; 2. progetto per il recupero del vetro e della plastica, rispondente agli obiettivi di un’economia circolare; 3. realizzazione di un ulteriore impianto fotovoltaico che, insieme a otto motori endotermici funzionanti a gas, soddisferà la richiesta di energia rinnovabile di punta da parte di Terna, anche attraverso un sistema di accumulo energetico elettrochimico.

In merito agli aspetti occupazionali, i vertici aziendali della A2A hanno sottolineato come gli Accordi sottoscritti, qualche anno fa, tra società e lavoratori per il tramite delle Organizzazioni Sindacali Territoriali, garantiranno il mantenimento dei livelli occupazionali esistenti e, quindi, il rientro delle risorse umane, attualmente in forze presso altri siti produttivi e un incremento dell’organico in funzione dei progetti sviluppati.

FLAEI CISL Brindisi accoglie, con viva soddisfazione, le fasi progettuali illustrate dall’azienda, a conferma della piena fiducia nella stessa, in virtù dell’ impegno portato avanti finora, con grande senso di responsabilità, nel mantenere il sito produttivo, nonostante il fermo dei gruppi  dal 2012 ma anche per l’importante programma di Bonifiche degli impianti e dei terreni, così come evidenziato dalle certificazioni dell’ARPA e della Provincia di Brindisi, e non ultimo per il Piano di Investimenti di circa 15 milioni di euro (tra impianti e bonifiche) già finanziato.

FLAEI CISL Brindisi, sottolineando la partecipazione di A2A con il distretto tecnologico nazionale sull’energia (DI.T.NE.) per favorire i rapporti e le collaborazioni scientifiche trai sistemi della ricerca e dell’industria, favorendo la crescita formativa delle competenze esistenti, plaude positivamente alle risultanze dell’incontro, con l’auspicio che l’intensa e corposa progettualità di A2A, rispondente a garantire, attraverso nuovi modelli di produzione industriale, la sicurezza del fabbisogno energetico nazionale e, attraverso la riduzione dei livelli di emissione di CO2, la salvaguardia ambientale, possa essere accolta, con altrettanto convincimento, dalle Istituzioni, in quanto volano di sviluppo per il nostro territorio in termini di continuità e crescita economica-occupazionale.

 

Il Segretario Territoriale di Brindisi – MARCO BERNARDO-

 Flaei-Cisl Reti