LSP-CAROVIGNO: Nessuna rappresentanza per il comune di Carovigno, rimasto fuori anche dal Consorzio per il Sistema Integrato del Welfare nell’ambito territoriale e sociale.

 Con l’elezione del Presidente del Consorzio per il Sistema Integrato del Welfare dell’ambito territoriale e sociale, che raggruppa i comuni di Francavilla, Oria, Carovigno, San Michele Salentino, Villa Castelli e Ceglie Messapica, abbiamo avuto, se ancora ce ne fosse stato bisogno, l’ennesima dimostrazione della inadeguatezza del Sindaco e della Giunta Comunale e della mancanza di riferimenti politici fuori dal perimetro territoriale carovignese.

Infatti, il comune di Carovigno, rappresentato dal sindaco Massimo Lanzillotti, è rimasto fuori anche dal Consiglio di Amministrazione, nel quale invece sono rientrati il comune di Villa Castelli, a cui è andata la vicepresidenza e il Comune di San Michele Salentino che ha avuto un componente nel consiglio di amministrazione. Carovigno fuori dai giochi anche questa volta. Nessuno che rappresenterà o difenderà il nostro territorio. Come sono lontani quei tempi in cui Carovigno aveva la propria rappresentanza all’interno di Istituzioni regionali e nazionali e poteva godere della giusta visibilità e tutela del suo territorio.   Continuano i disastri a scapito dei cittadini da parte del comune di Carovigno, il quale si è preoccupato di aumentare senza un criterio per poi riabbassare i costi delle mense scolastiche e degli scuola bus, provocando disagi e disastri al personale scolastico e alle famiglie carovignesi. È giunta l’ora di dire basta alla vostra cattiva amministrazione. Dovreste prendere atto della vostra inefficienza ed incapacità politica ed amministrativa. I carovignesi ringrazieranno.

Avv. Sandra Di Monte

Coordinatore Cittadino Carovigno


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.