Cellino San Marco. In fuga con l’auto rubata da un’officina, arrestati.

A Cellino San Marco, i Carabnieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione, Caldiron Gianmarco, 38enne e Carrozzo Christian, 18enne, entrambi del luogo. Costoro, intorno alle ore 14:00 di ieri, si sono sottratti a un controllo alla circolazione stradale, dandosi a precipitosa fuga per le vie del paese, a bordo di un’autovettura Audi A4.

Dopo un inseguimento durato circa cinque minuti, caratterizzato da manovre spericolate per le vie del centro abitato, in quel momento particolarmente affollato dato l’orario di uscita dalle scuole, i fuggitivi hanno abbandonato l’auto proseguendo la corsa a piedi e facendo perdere provvisoriamente le loro tracce. Le immediate ricerche poste in essere dagli operanti, che avevano riconosciuto il soggetto alla guida, hanno consentito di rintracciare dopo alcuni minuti entrambi i prevenuti nei pressi del domicilio del Caldiron. Esperiti gli ulteriori accertamenti, è emerso che l’auto utilizzata per la fuga è proprietà di una donna 42enne di Lecce, provento di furto perpetrato nella mattinata da un’officina di Cellino San Marco, ove la stessa era custodita. Il veicolo è stato restituito all’avente diritto. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.