Cobas Brindisi:E’ convocata una riunione dei lavoratori della Dar domani mattina per riportare immediatamente i risultati della riunione Romana al Mise.

E’ convocata una riunione dei lavoratori della Dar domani mattina , Giovedì 31.10.2019, alle ore 6,00 per riportare immediatamente i risultati della riunione Romana al Mise.

Avevamo pronosticato bene il risultato della riunione e la necessità invece di costruire prima un fronte sociale per costruire soluzioni diverse .

Quello  che avevamo pronosticato e risultato vero alla luce dei risultati della riunione a Roma.

Dema conferma un piano industriale in cui condanna a morte i lavoratori della Dcm ,altra  società in cui era stata divisa la GSE.

Agli attuali 58 lavoratori in cassa integrazione si aggiungono i 23 lavoratori che stanno lavorando in Dar temporaneamente, per un totale di 81 esuberi.

I lavoratori hanno chiesto una immediata assemblea per stoppare la richiesta di Dar di svolgere straordinari nei giorni 1,2,3 , Novembre .

La richiesta di straordinario per Dar ha lo scopo di recuperare lavorazioni che erano rimaste ferme per causa loro.

 I  materiali non arrivavano a causa di scarsa liquidità aziendale ed i fornitori avevano chiuso i rubinetti.

I lavoratori , così  come avvenuto  2 anni fa , sono uniti nel difendere i posti di lavoro per tutti ed

ancora una volta il nostro territorio viene utilizzato per operazioni di rapina .

E’ ora che i rappresentanti istituzionali alzino finalmente la voce per dire basta a questi avvenimenti.

La RSU aveva visto giusto ed il Sindacato Cobas sarà sempre affianco a loro a respingere questi piani criminali.

Per il Cobas Roberto Aprile


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.