1500 studenti al Castello di Mesagne per la mostra di Warhol

Solo per il mese di novembre, in occasione del progetto ‘Warhol incontra le scuole’, sono state prenotate 1.500 visite: le sale del Castello di Mesagne che accolgono la mostra dell’artista statunitense registrano un coinvolgimento sperato ma comunque straordinario. Si tratta di un importante riscontro che riguarda un pubblico d’eccezione, i bambini e i ragazzi delle scuole: arriveranno dagli istituti scolastici di Mesagne e dei Comuni di Brindisi, Lecce, San Marzano, Palagiano e Andria.

Gli alunni e gli studenti delle scuole dell’infanzia, della primaria e dei licei parteciperanno con i docenti, immergendosi nell’arte del genio anche attraverso i laboratori a tema. Il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, e Marco Calò, consulente cittadino alle politiche culturali e scolastiche, si dichiarano soddisfatti per tanta partecipazione, avvalorata dall’età dei visitatori, in occasione di un evento che rappresenta un valido appuntamento per incentivare la curiosità culturale dei più giovani e il loro interesse per l’arte nelle sue molteplici espressioni stilistiche. La mostra diffusa “Andy Warhol. L’alchimista degli anni Sessanta” coinvolge i Comuni di Mesagne, Ostuni e Martina Franca. La prestigiosa esposizione è il risultato dell’esperienza “Grandi Mostre”, già sperimentata lo scorso anno con la mostra di Picasso, una collaborazione tra gli enti interessati e l’imprenditore Pierangelo Argentieri che, in qualità di presidente dell’associazione Federalberghi, ha promosso il percorso creativo che include 140 opere della figura predominante della Pop art. Il suggestivo viaggio attraverso le più rappresentative icone dell’artista contemporaneo continua: l’ufficio Cultura del Comune di Mesagne è pronto ad accogliere altre prenotazioni; per informazioni è possibile recarsi presso la sede di palazzo Piazzo in via Castello oppure contattare il numero 0831.776065.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.