Oria. identificato l’autore della rapina commessa con un complice nel 2018, ai danni del negozio di detersivi “Bolle di Sapone” di Oria, arrestato.

I Carabinieri di Oria hanno tratto in arresto Summa Andrea, 32enne del luogo, per rapina aggravata, in ottemperanza all’ordinanza applicativa della misura coercitiva personale della custodia in carcere, emessa dalla Sezione GIP del Tribunale Brindisi. 

L’arresto è scaturito dalle indagini svolte dai Carabinieri di Oria a seguito della rapina perpetrata il 19.8.2017 ai danni del negozio di detersivi denominato “bolle di sapone” di quel comune ad opera di due individui travisati, di cui uno armato di coltello, che dopo l’azione delittuosa si erano dati alla fuga asportando il registratore di cassa contenente la somma di 400,00 circa. I Carabinieri, nella circostanza, avevano rinvenuto sulla via di fuga dei malfattori, il registratore di cassa vuoto, due passamontagna utilizzati per il travisamento, un coltello e due magliette indossate dai malviventi e di acquisire le immagini dell’impianto di videosorveglianza. 

Le analisi tecniche hanno consentito di acquisire delle tracce biologiche dal suddetto materiale e di estrapolare il profilo genetico del DNA, risultato riconducibile, univocamente, al Summa. Inoltre le risultanze probatorie sono state corroborate dal confronto delle immagini dell’impianto a circuito chiuso del suddetto esercizio commerciale.

Le attività investigative avevano già permesso di identificare il secondo autore della suddetta rapina e altro soggetto, in Tramontano Vincenzo, 21enne eSicara Michele 22enne, del luogo, tratti in arresto nel mese di luglio 2018 in esecuzione di analogo provvedimento.

Il 32enne, al termine delle formalità è stato tradotto presso Casa Circondariale Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.