MURO BERLINO: GIOVANI FI A CELEBRAZIONI, PRESENTE ANCHE SCHENA

Alle celebrazioni per il 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino è anche una numerosa delegazione di Forza Italia Giovani, il movimento giovanile degli azzurri, che ha incontrato i colleghi della Junge Union, il movimento giovanile della Cdu-Csu tedesca, per confermare la lunga amicizia tra le due organizzazioni, entrambe membri della famiglia europea del Ppe.

“Con la nostra presenza a Berlino – commenta Marco Bestett iCoordinatore Nazionale di Forza Italia Giovani – vogliamo onorare i valori più profondi in cui crediamo: la libertà in tutte le sue forme, la democrazia e la supremazia delle persone sullo Stato. Il Presidente Berlusconi ricorda sempre l’importanza di questi valori, che identificano Forza Italia in Italia e in Europa: l’atlantismo, l’europeismo, il liberalismo”.
“Il muro di Berlino – prosegue Bestetti – ha rappresentato concretamente la profonda distinzione tra ciò in cui crediamo fieramente e tutto ciò contro cui invece combattiamo. Fu proprio il Governo Berlusconi ad approvare la legge che istituì il Giorno della Libertà, per celebrare gli storici avvenimenti del 9 novembre 1989.
Presente anche il Coordinatore Provinciale Forza Italia Giovani Brindisi Mario Schena: “Una della pagine più significative della Storia europea e mondiale che va ricordata e dalla quale ciascun ragazzo ha da imparare, siamo stati a Berlino, come ricordava il Coordinatore Nazionale FIG Bestetti, per sottolineare con orgoglio che Forza Italia è sempre stata dalla parte giusta del muro e della storia grazie ai suoi valori. E lo sarà sempre. Terminava il “comunismo” a Berlino trent’anni fa, l’Europa era libera ! “


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.