Seminari di sostenibilità : professori universitari nei licei a Brindisi

“L’anno prossimo l’Italia sarà il primo Paese al mondo dove lo studio dei cambiamenti climatici e dello sviluppo sostenibile sarà obbligatorio”. L’annuncio arriva dal ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti. https://www.repubblica.it/ambiente/2019/11/05/news/fioramonti_da_settembre_il_clima_sara_materia_di_studio_a_scuola-240307556/

È da Settembre che contatto professori e ricercatori universitari per organizzare dei seminari di sostenibilità negli istituti superiori di Brindisi (dettagli nel calendario allegato).

Domani martedì 13/11/19 ci sarà il tavolo di apertura a palazzo granafei-nervegna alle 11:30 (volantino in allegato). Il tavolo sarà composto da figure che da sempre lavorano verso uno sviluppo sostenibile. Incluso il prof Angelo Galliani che è stato il primo docente italiano a certificarsi come “United Nations Climate Change Teacher” – certificazione conseguita da me a fine settembre del corrente anno.

La notizia è quindi che Brindisi è precursore per la seconda volta di uno sviluppo che mira all’istruzione della sostenibilità.

Allego in ultimo un ordine del giorno che chiede la promozione di uno o più eventi publici in cui si valutino specifiche misure integrative o incentivanti delle misure di prevenzione adottate dal SSN a livello locale insieme a  piani di sviluppo sostenibile che coniughino lavoro e salute sul nostro territorio.

Livia Jessica Dell’Anna

Sustainability Seminars PDF

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.