Brindisi, ex GSE. Bozzetti (M5S) incontra i lavoratori in presidio nel Comune. “Lavorare insieme per trovare una soluzione”

Il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti ha incontrato i lavoratori della Ex GSE, che ieri hanno occupato simbolicamente la Sala Marino Guadalupi del Comune di Brindisi.

“Sono dall’inizio al loro fianco in questa battaglia – dichiara Bozzetti – e continuerò ad esserlo per chiedere la tutela dei livelli occupazionali e il rispetto degli accordi da parte della DEMA, la società subentrata a GSE. Oltre 100 esuberi sarebbero una ferita inaccettabile per la città: bisogna essere compatti per tutelare i lavoratori, al di là dei colori politici. Ognuno deve fare la sua parte nei rispettivi livelli istituzionali. Serve un nuovo piano industriale, come verrà ribadito nell’incontro al MiSE che si dovrebbe tenere nei prossimi giorni. L’azienda è stata ammessa ad un  finanziamento del MiSE per oltre 3 milioni di euro, con cui poter dare nuovo impulso alla propria attività. Tutti insieme lavoreremo per trovare soluzioni, insieme dobbiamo fare sentire il nostro grido di rabbia. Il nostro territorio ha pagato un conto troppo salato per gli errori del passato e non dobbiamo più permetterlo”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.