PIANO CASA, PERRINI: IL CENTROSINISTRA NON FACCIA CAMPAGNA ELETTORALE SU UN SETTORE IN PROFONDA CRISI COME L’EDILIZIA

Dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini

“C’è una rappresentazione plastica che secondo me dà l’idea dello sviluppo economico: sono le gru nei cantieri. Se il settore dell’edilizia sta bene, sta bene l’economia di un intero territorio. In questi ultimi anni, però, di gru nel Tarantino ne ho viste poche. Se poi teniamo conto che le proroghe al Piano casa sono state richieste e votate, di anno in anno, anche dal gruppo regionale al quale appartengo, si capisce bene che questa maggioranza di centrosinistra in questi oltre quattro anni ha davvero prodotto pochissimo, anzi quasi nulla, in un settore importantissimo per tutta la Puglia. Sono mesi che siamo in attesa che in Consiglio regionale arrivi la famigerata Legge sulla Bellezza, della quale abbiamo tanto sentito parlare in lungo e largo nei convegni fatti in tutte le province pugliesi, ma che non è mai arrivata all’esame dell’aula, lì dove deve essere votata!

“L’assessore Alfonso Pisicchio assicura che l’iter è appena iniziato nelle Commissioni… il consigliere Fabiano Amati contesta l’approccio. Questa querelle tutta interna al centrosinistra, in vista delle Primarie per il candidato presidente della Regione, mi preoccupa non poco: non vorrei che si facesse campagna elettorale sulla pelle di un settore già in crisi! La legge arrivi al più presto in Consiglio, emendiamola in aula, e vediamo cosa ne pensano i consiglieri regionali: lì si capirà chi è a favore dello sviluppo di un territorio e chi invece no!”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.