Giornata mondiale dell’Infanzia, iniziative delle scuole e del Comune di Mesagne

Domani, mercoledì 20 novembre 2019, si celebra la “Giornata mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, una data utile per riflettere su quanto è stato fatto dal 20 novembre 1989 a oggi e su quali sfide attendono ancora l’impegno degli adulti per la realizzazione dei diritti dei bambini.

Per l’occasione il Secondo Circolo didattico di Mesagne, con il patrocinio del Comune di Mesagne, organizza la “Marcia dei diritti dei bambini e della bambine”.

Aderiscono all’iniziativa l’asilo nido comunale “Cavaliere”, la scuola dell’infanzia paritaria “Scazzeri”, il nido e la scuola dell’infanzia paritaria “Cresciamo Insieme”. Per il primo Circolo partecipano le scuole dell’infanzia “De Amicis”, “Don Milani”, “Rodari” e le classi seconde del plesso “Borsellino”; per il Secondo Circolo partecipano le scuole dell’infanzia “Andersen”, “Cavaliere”, “Mirò”, “Montessori” e le classi prime e seconde dei plessi “Giovanni XXIII” e “Giovanni Falcone”. Sarà presente una delegazione dei ragazzi delle scuola media “Materdona-Moro” e dell’istituto di istruzione secondaria superiore, Liceo scientifico e coreutico “Epifanio Ferdinando”. A trent’anni esatti dall’approvazione della “Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia”, l’Anci insieme all’UNICEF invita ad illuminare di blu un monumento simbolo della città per chiedere che per ogni bambino, bambina e adolescente sia garantito e realizzato ogni diritto. A Mesagne verrà illuminato di blu Palazzo dei Celestini – luogo simbolo della partecipazione democratica e della crescita sociale della comunità – e la fontana della Villa comunale, simbolo di aggregazione e gioco per i bambini della città. Sarà il sindaco della città, Toni Matarrelli, a dare il via alla marcia che partirà dalla casa comunale; a lui, in qualità di garante a Mesagne dell’applicazione della Convenzione ONU, una delegazione di bambini e bambine consegnerà “un patto di cittadinanza”. “Il documento che affideremo al primo cittadino è frutto di un percorso avviato dalle scuole partecipanti al fine di guidare i bambini alla scoperta dei diritti e dei doveri, per accompagnarli alla consapevolezza dell’importanza di una partecipazione attiva alla vita della comunità. Dalle riflessioni con i bambini è poi emersa anche una sorta di “lista dei desideri”, scritta con la speranza di migliorare ulteriormente la propria scuola e il proprio “microcosmo” quotidiano”, si legge nella nota delle scuole. “La Convenzione rappresenta un riferimento di straordinaria importanza poiché riconosce tutti i bambini e tutte le bambine del mondo titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici. Reputo prezioso il lavoro di preparazione svolto dai docenti per onorare questo importante anniversario”, ha commentato il sindaco Matarrelli. La banda cittadina “F. Fasano-L. Leo” accompagnerà il percorso, il Gruppo di sbandieratori e musici “Marchesi di Serranova Città di Mesagne” si esibirà in villa Comunale. Il raduno è previsto in piazza Garibaldi alle ore 16,30. I bambini e i genitori marceranno con i “pedibus”, autobus che vanno a piedi, adatti per viaggiare in gruppo in modo sicuro, ecologico e divertente. Il corteo percorrerà via Federico II di Svevia e via Brindisi per confluire in Villa. Dopo il saluto del dirigente del Secondo Circolo didattico, Daniele Guccione, e del presidente UNICEF di Brindisi, Ernesto Marinò, i bambini canteranno e si esibiranno in un flash mob per sensibilizzare gli adulti ai diritti dell’infanzia. “Diritti e desideri rimandano anche all’assolvimento di semplici ma necessari doveri rispetto ai quali mi permetterò di chiedere ai piccoli cittadini di assumere degli impegni, primo fra tutti il rispetto dell’ambiente”, ha concluso Marco Calò, consulente cittadino alle Politiche scolastiche, che chiuderà l’iniziativa. Quest’anno, in occasione della ricorrenza del centenario della nascita di Rodari, tutte le autorità coinvolte saranno chiamate a rivolgersi ai bambini e alle bambine con un pensiero del grande poeta.

Seminario su“MEPA”

Interviste

BRINDISI-Seminario.Lo scontrino elettronico, le novità per Artigiani e Esercenti -Interviste