Oltre 100 lavoratori della BMS al corteo del Cobas

Il corteo del Cobas promosso per questa mattina ha visto la straordinaria partecipazione di oltre 100 lavoratori della BMS ed una assemblea ancora più affollata sotto il Comune.

Il rappresentante Cobas Roberto Aprile in Piazza Matteotti , di fronte al Comune di Brindisi, ha esposto la contrarietà alle decisioni che l’Amministrazione Comunale si appresta a realizzare per la Brindisi Multiservizi.

L’assemblea dei lavoratori presenti ha deciso di partecipare  al Consiglio Comunale di Martedì 26 Novembre alle ore 15,00 dove ascoltare con le proprie orecchie le decisioni che il Sindaco proporrà per la BMS.

Il Sindacato Cobas consegnerà nelle prossime ore  una lettera al Sindaco di Brindisi  ,Riccardo Rossi, per riconfermare  il proprio dissenso e la proposta di un confronto diretto con i gruppi di lavoratori dei diversi settori allo scopo di dare maggiori elementi di valutazione oggettiva .

 Per il Cobas tagliare  alcuni affidamenti , travasare i lavoratori ad alcuni settori in sofferenza di personale ,non è la soluzione migliore perché non porta quel valore aggiunto tale da comportare significativi risultati positivi ; vuoi per anzianità o per motivi di salute .

Siamo per il mantenimento dei guardiani nei parchi perché rappresentano un freno al fatto che diventino con la loro assenza terra di nessuno.

Inoltre la rimozione mezzi serve alla città se sufficientemente valorizzata da chi dirige al Comune il servizio, per non farlo diventare terreno di disputa giudiziaria forse  per alcune situazioni ritenute  incresciose da parte di qualche lavoratore.

La proposta Cobas è quella di accompagnare il numero massimo di lavoratori alla pensione e di assumere contemporaneamente personale esperto dal concorso realizzato nei mesi scorsi .

Altrimenti i programmi  di lavoro che il Comune assegnerà alla BMS non potranno essere realizzati , con la conseguente certezza della chiusura della società.

Appuntamento al 26 Novembre al Consiglio Comunale.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.