Mesagne (Br).25 novembre “Giornata internazionale contro la violenza sulla donna”Una serie di iniziative

In occasione della “Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne” , l’Amministrazione comunale di Mesagne propone una serie di iniziative che hanno come filo conduttore una campagna di sensibilizzazione mirata.

“Se sul piano normativo tanto si è fatto, di recente con la legge n.69 del 19 luglio 2019, tanto ancora occorre fare sul piano culturale, dove permane un retaggio culturale che identifica nella differenza di genere una disparità di valore”, ha dichiarato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli. Domenica 24 novembre alle ore 17.00 presso l’Auditorium del Castello comunale è prevista la proiezione del film “Chocolat”, una piacevole commedia sui temi della violenza e del coraggio interpretata da Juliette Binoche e Johnny Depp. “Anche se nell’ultimo secolo la condizione dell’universo femminile ha avuto una significativa evoluzione – ha commentato Antonio Calabrese, consulente politico alle Pari Opportunità – è innegabile come all’interno della società odierna troppe donne subiscano ancora – spesso isolate, in silenzio e da parte di persone “care” – forme di violenza fisica, morale e psicologica”. Nella giornata del 25 novembre, nell’Auditorium del Castello alle ore 10, l’Amministrazione comunale sostiene e patrocina su iniziativa dell’associazione “Gruppo Pari Opportunità” e in collaborazione con diverse associazioni del territorio – “Cittadini del mondo”, Comitato dei genitori, Cna “Impresa donna”, “Indaco Aps” – il confronto sul tema “Cyberbullismo e violenza sulle donne: la violenza corre on line”. “L’iniziativa – ha sostenuto Margherita Ignone, presidente dell’associazione “Gruppo Pari Opportunità” – rappresenta un momento di discussione e riflessione su un tema attuale come il cyberbullismo, la cyberviolenza e i tanti pericoli della rete; verranno coinvolti gli studenti dell’Istituto “Epifanio Ferdinando” di Mesagne”. Interverranno: dottor Vincenzo Maruzzella, vicequestore aggiunto presso il Commissariato di Mesagne; dottor Eugenio Cantanna, sostituto commissario presso la Procura della Repubblica; la dottoressa Giorgia Manca, psicologa e psicoterapeuta; testimonial dell’iniziativa saranno i Boomdabash. Sarà presente il camper della Polizia di Stato per la campagna “Questo non è Amore”, il programma contro la violenza di genere promossa dal ministero dell’Interno, dipartimento di Pubblica Sicurezza. “E’ fondamentale accompagnare i momenti di confronto con azioni concrete mirate al superamento di limiti e barriere culturali, partendo anche da strumenti istituzionali utili a favorire in modo concreto la partecipazione di ogni cittadino”, ha spiegato l’assessore Anna Maria Scalera, assessore ai Servizi Sociali e ai Percorsi di Legalità. L’Amministrazione invita tutta la cittadinanza, le imprese, i commercianti e gli artigiani ad aderire alla campagna contro ogni forma di violenza, esponendo nelle giornate di domenica 24 e lunedì 25 novembre una coccarda rossa o scarpe rosse. “Sono i simboli di una battaglia di civiltà che tutti insieme possiamo vincere”, ha dichiarato l’assessore alle Attività Produttive, Antonello Mingenti.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.