De Punzio Commissario Cittadino FDI BRINDISI. Stato di emergenza Brindisi: intervengano Stato Regione e Comune

Duole constatare ed affermare lo stato drammatico e la grave crisi che sta attraversando la città di Brindisi, sotto molteplici aspetti e fattori.

Aziende fallite o in regime di concordato, vertenze occupazionali, lavoratori senza certezze, ammortizzatori sociali in scadenza o terminati, licenziamenti all’ordine del giorno, assenza totale di programmazione economica e di sviluppo futuro, attività commerciali chiuse.
A questo scenario, già rappresentativo di uno stato di emergenza e di un livello di allerta senza precedenti, si aggiungano le rapine, perpetrate ai danni degli esercizi commerciali, anche in pieno giorno ed alla presenza di famiglie con bambini.
Una città allo sbando, una città priva di programmazione e di idee di sviluppo futuro, che non solo spaventano gli stessi cittadini, ma
che non invogliano eventuali e potenziali investitori ad accostarsi alla città di Brindisi.
È necessario che le Istituzioni, a tutti i livelli, intervengano, a tener conto della medesima matrice politica esistente tra Governo, Regione e Comune, per restituire un po’ di dignità alla città di Brindisi, che a differenza di altri capoluoghi è costantemente dimenticata e abbandonata al suo misero e triste destino.
Avv. Sabrina De Punzio
Commissario Cittadino FDI BRINDISI


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.