PcE: “Ottima notizia la dichiarazione dello stato di emergenza chiesta al Governo. Ma ora Roma dia risposte”

“Danni a campi, strutture, aziende. Interi litorali spazzati via. Strade e contrade isolate. Tanto nel Salento quanto nel Barese e nel Tarantino. Sino a dieci giorni fa era questo lo scenario pugliese a causa dell’eccezionale ondata di maltempo.

Ora la giunta regionale ha chiesto ufficialmente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza per l’intero territorio regionale, per ottenere finanziamenti straordinari tesi a fronteggiare i danni provocati dai fenomeni meteorologici del 12 novembre scorso. Crediamo che sia un atto concreto, a dimostrazione che l’attenzione del governo regionale è altissima, soprattutto quando c’è da difendere la tenuta del territorio, la sua bellezza e la difesa di interi comparti economici. E, non a caso, nelle ore immediatamente successive ai danni provocati dal maltempo, avevamo subito auspicato tale richiesta, restando fermamente convinti della risposta tempestiva da parte della giunta. Ora invece auspichiamo che i fondi erogati dal Governo siano sufficienti a fronteggiare tutte le emergenze. E che non si tratti del solito pannicello caldo, per territori già colpiti da altre emergenze”.

Lo dichiarano i consiglieri regionali de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.