Presentazione del progetto “Insieme in barca a vela – Sapere, per saper fare e saper essere. Corso di formazione sull’autismo”

Prende vita il Progetto “Insieme in barca a vela – Sapere, per saper fare e saper essere” in collaborazione con Angsa Brindisi (associazione nazionale genitori soggetti autistici), Gv3, l’Istituto di ricerca ricovero e cura “E. Medea” ed il DSM Asl Br.

Il progetto sarà presentato il 23 novembre alle ore 12,30 presso il Marina di Brindisi (partner logistico dell’evento, in via Dardanelli 2) alla presenza del presidente Angsa Brindisi Dott.ssa Luciaelena De Lorenzis e del presidente “GV3”, Ing. Giancarlo Laus. Interverrà il Dott. Alessandro Saponaro Coordinatore Rete Autismo Asl Brindisi. L’iniziativa prevede l’attivazione di esperienze socializzanti: cooperative e ricreative in barca a vela a favore di soggetti con disturbi dello spettro autistico, che interagiranno con l’equipaggio della barca e con un tutor. I protagonisti grazie al contatto con l’acqua e la natura, potranno beneficiare di un benessere psico-fisico globale. Le esperienze che si potranno realizzare, di complessità graduale, verranno calibrate su ciascun individuo, in base alle proprie risposte ed al feedback personale. Destinatari dell’incontro di formazione e presentazione sono tutti gli attori coinvolti nel progetto, nonché coloro i quali intendono rapportarsi ai soggetti con disturbo dello spettro autistico in maniera più consapevole ed informata. Nell’ambito del progetto, nella stessa giornata del 23 novembre alle ore 8.30, si terrà un incontro di formazione informazione a cura del Dott. Luigi Russo e del Dr. Alessandro Lorenzo, dell’ IRCCS “E. Medea”. L’iscrizione all’incontro di formazione è obbligatoria previa registrazione telefonica al n. 338 6456396.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.