LISTE D’ATTESA, ZULLO AD AMATI: LA SITUAZIONE E’ PEGGIORATA, PERCHE’ LEGGE APPROVATA E’ RIMASTA LETTERA MORTA

Dichiarazione del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo

“Lite d’attesa, ha ragione il consigliere regionale Fabiano Amati: non è cambiato nulla. Anzi, la situazione è peggiorata, perché la legge che abbiamo approvato otto mesi fa è rimasta lettera morta per incapacità di Michele Emiliano a darne attuazione.

“Non è stato, infatti, aumentato il tetto di spesa delle prestazioni sanitarie per le strutture accreditate ospedaliere e ambulatoriali tanto che interventi chirurgici, esami diagnostici vengono rimandati al nuovo anno. Le liste d’attesa in questo caso non sono lunghe, sono ad agende chiuse!

“Non sono ancora state fatte le assunzioni annunciate, ora il presidente e assessore regionale alla Sanità, Emiliano, ha annunciato il mega concorso per gli infermieri, ma le piante organiche restano ancora prive di importanti figure sanitarie in particolare di medici. La carenza di personale rallenta fortemente la possibilità di smaltire le attese.

“Infine, ma non ultimo non è stato dato impulso all’attività libero professionale intramoenia a richiesta del cittadino che non ottiene la prestazione nei tempi utili. Questa innovazione legislativa, ovviamente rimasta sulla carta, avrebbe potuto dare la possibilità di effettuare visite diagnostiche a spese dell’ASL per i pazienti ai quali non si è in grado di offrire la prestazione nei tempi stabiliti dalle norme sui tempi di attesa. Di conseguenza chi può pagare cifre più alte fa questi esami privatamente. Chi non può resta in attesa, nel mentre si aggrava il proprio stato di salute e con l’aggravamento lievitano i costi sociali e sanitari. Il centrosinistra con tutti i suoi componenti in Consiglio regionale si convincano: è ora di cambiare aria!”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.