Chiarimenti circa la denuncia di casi di sessismo nella ASL di Brindisi

In merito ai presunti casi di sessismo avvenuti nella Asl di Brindisi si chiarisce che, a seguito di segnalazione della CGIL, l’Azienda aveva provveduto ad avviare le dovute verifiche e adottare i conseguenti adempimenti.

Si precisa, tuttavia, che l’Azienda è venuta a conoscenza di un unico caso, pertanto non si ritiene appropriata la pubblica accusa di non aver tutelato i diritti delle lavoratrici della ASL BR. La Direzione Generale non è al corrente di ulteriori casi subiti, ma è pronta a valutare tutte le azioni necessarie a superare eventuali situazioni discriminanti.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.