CONFCOMMERCIO BRINDISI – PRIMO CONSIGLIO DIRETTIVO PER IL GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI

Prima riunione del consiglio direttivo del gruppo giovani imprenditori della provincia di Brindisi aderenti alla Confcommercio. I lavori sono stati presieduti dal presidente Matteo Missere e dal vice presidente vicario Francesco Ferrienti.

Dopo l’approvazione del verbale dell’assemblea elettiva, su proposta del presidente, è stata eletta all’unanimità vice presidente anche Cristina Cuppone, già membro del consiglio direttivo.

Dopo di che si è passati alla discussione dei vari punti all’ordine del giorno. Nel corso del dibattito, è emersa la necessità di dar vita ad un gruppo di lavoro che si occupi di informare i potenziali associati delle opportunità che offre la Confcommercio a chi fa impresa.

In quest’ottica, è evidente che proprio il Gruppo Giovani può rappresentare un volano di sviluppo dell’attività della Confcommercio nel territorio della provincia di Brindisi, anche grazie ad un progressivo ricambio generazionale che potrà conferire maggiore impulso all’azione dell’associazione.

Ampio spazio sarà dato anche alle iniziative che il Gruppo Giovani promuoverà per offrire opportunità di formazione agli operatori economici, in aggiunta ad una serie di servizi fondamentali per fare impresa.

I giovani della Confcommercio, poi, sono convinti della necessità di un confronto costante con gli omologhi gruppi di altre associazioni, in maniera tale da sviluppare idee e progetti per far crescere il ruolo della provincia di Brindisi in un contesto regionale.

Le iniziative condivise e i programmi per il futuro saranno illustrati dal Gruppo Giovani al consiglio direttivo della Confcommercio di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.