NEWCO presentata da AQP. Laricchia (M5S): “No a nuovo poltronificio e a ingresso privati nella società”

“Stiamo depositando una richiesta di audizione di sindacati e management di AQP per avere maggiori informazioni sulla NEWCO per il recupero delle perdite della rete idrica presentata oggi alla stampa.

Riteniamo assurdo da consiglieri regionali dover apprendere dalla stampa di una nuova società per cui saranno stanziati ben 637 milioni di euro. Questo ovviamente senza ancora aver ricevuto il piano industriale da parte della società, lo ricordiamo, controllata dalla Regione. Ora auspichiamo che il presidente Di Cagno Abbrescia, così dettagliato nell’illustrare il progetto alla stampa, si degni di fare lo stesso in Commissione, dal momento che finora non abbiamo mai sentito la sua voce”. Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia, dopo la presentazione della nuova società.

“È necessario – dichiara Laricchia – fare un investimento così ingente per una nuova società o non sarebbe più semplice usare le nuove tecnologie per la ricerca delle perdite all’interno di AQP? Ci sembra un modo per far entrare i privati nella società e per creare un nuovo poltronificio, lo diciamo fin d’ora che non lo permetteremo. Se fosse diventata legge la nostra proposta per una commissione di studio e inchiesta sugli investimenti in AQP a quest’ora avremmo avuto uno strumento in più per fare chiarezza, ma grazie a destra e sinistra questo non è possibile”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia  Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi.

Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland,  non percedendo  provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una  donazione..Ti ringraziamo per l'attenzione.