Puglia.Assestamento e variazione di bilancio 2019. M5S: “Solo conflitti ed emergenze, senza alcuna programmazione”

Nota dei consiglieri del M5S su assestamento  e variazione di bilancio 2019

“Più che in aula sembra di essere in un reality, con consiglieri di maggioranza che litigano, altri che  abbandonano ‘la casa’, e alcuni che addirittura si spingono a dire che ‘noi siamo sempre qui’, quando a causa loro cade il numero legale a ogni consiglio e anche oggi è stato per lungo tempo in bilico. Il tutto mentre si vota la variazione di bilancio, da circa 23 milioni di euro, dei pugliesi. Un brutto spettacolo, che purtroppo non fa altro che confermare lo sbando totale in cui è questa Regione. Ci chiediamo a cosa sia servito l’esame in aula del disegno di legge, dal momento che ci è stato chiesto di ritirare gli emendamenti a carattere finanziario e ripresentarli in sede di bilancio di previsione, semplicemente perchè ‘non ci sono i soldi’ per dirla alla Piemontese. Una vera e propria presa in giro. Questo modo di fare è inaccettabile: bilanci che arrivano all’ultimo e non passano dalle commissioni competenti per analisi approfondite, nessuna risposta alle domande che avevamo posto come quella sul perché lo stato di previsione delle entrate sia diminuito di quasi 3 miliardi di euro, che vuole dire meno investimenti e spese per i cittadini. Un testo che mette toppe con interventi come quelli su Arif e Consorzi che non risolvono alcun problema. Cosa che invece avremmo fatto se fosse stato approvato il nostro emendamento per modificare la legge sui Consorzi del 2017 e non far passare la parte irrigua ad AqP, con un salasso per il costo dell’acqua per gli agricoltori. Grazie alla nostra opposizione è stato anche ritirato l’emendamento con cui si rendeva possibile ‘derogare al rispetto dell’obbligo di mantenimento e di incremento occupazionale’ per le imprese che hanno ottenuto agevolazioni finanziarie proprio con l’impegno di mantenere e incrementare le unità lavorative, nel caso dimostrino l’impossibilità oggettiva ad adempiere a questi obblighi. La priorità dev’essere la tutela dei livelli occupazionali e non riteniamo ammissibili deroghe di alcun tipo; non possiamo correre il rischio che le imprese ricevano finanziamenti pubblici per poi licenziare. Manca una visione strategica della Puglia: si pensa a gestire in emergenza settori vitali per lo sviluppo della regione, senza alcuna programmazione”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.