Treno regionale cancellato. M5S: “Ennesimo disagio per i pendolari, nessuna considerazione di studenti e lavoratori”

“Prossima fermata, anzi no… il treno non c’è. A ogni cambio degli orari ci ritroviamo con le proteste dei viaggiatori: perché non procedere prima con un confronto con le associazioni dei pendolari, in modo da studiare soluzioni adeguate?

Invece il copione è sempre lo stesso fatto di tagli, proteste e correzioni in corsa per rimediare agli errori fatti. Ora basta”, lo dichiarano i consiglieri del M5S Gianluca Bozzetti, Cristian Casili e Antonio Trevisi dopo le proteste dei pendolari di Brindisi e Lecce per la cancellazione del treno regionale veloce che alle 7.13 parte da Lecce e, passando da Brindisi, arriva a Bari alle 8.54 e quotidianamente trasporta studenti e lavoratori pendolari.

“I pendolari dovranno partire ora con il treno delle 6:40 da Lecce per arrivare a Bari in orari utili per andare a scuola o a lavoro, in quanto quello successivo parte alle 8 e arriverebbe a Bari troppo tardi. Ancora una volta è evidente che chi pensa a queste riorganizzazioni  non tiene minimamente in conto quali siano le reali esigenze dei pendolari. Forse non è mai neanche stato su uno di quei treni in cui ogni giorno si viaggia con ritardi continui e spesso in condizioni non adeguate. Ancora una volta invitiamo l’assessore Giannini a percorrere una delle tante tratte regionali che ogni giorno porta i pendolari verso il posto di lavoro o le scuole e università. Chiediamo all’assessore Giannini un incontro con tutti gli attori interessati per scongiurare la cancellazione del treno o arrivare a una rimodulazione degli orari che tenga conto delle esigenze di chi ogni giorno prende quel treno. Siamo a fine legislatura ma una programmazione adeguata resta ancora una chimera”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia  Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi.

Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland,  non percedendo  provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una  donazione..Ti ringraziamo per l'attenzione.