Nella seconda prova del tricolore Formula Challenge la Casarano Rally Team è la scuderia top

CASARANO RALLY TEAM: AL FORMULA CHALLENGE TERRE JONICHE GARZIA OTTAVO ASSOLUTO E PADRONE DEL GRUPPO N. NELLA GARA VALIDA PER IL TRICOLORE DI SPECIALITÀ LA SQUADRA SALENTINA SI AGGIUDICA LA GRADUATORIA RISERVATA ALLE SCUDERIE COGLIENDO ANCHE 4 SUCCESSI E TRE SECONDI POSTI DI CLASSE.

Ottima prestazione di squadra per la Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team nella terza edizione del Formula Challenge Terre Joniche, manifestazione valida quale seconda e penultima prova del Girone Sud del Campionato Italiano Formula Challenge 2019-2020 disputata nel week-end appena concluso lungo il nastro d’asfalto del Circuito Internazionale Karting Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento.

Undici i piloti portabandiera della compagine casaranese che in una soleggiata giornata hanno preso parte alla manifestazione, in dieci l’hanno conclusa portando a casa ottimi risultati individuali. Le performance di rilievo colte dagli alfieri CRT hanno anche consentito alla formazione diretta da Pierpaolo Carra di aggiudicarsi la vittoria nella classifica a squadre. Nel complesso, il bilancio è decisamente positivo con tutti e dieci i piloti che hanno conquistato le posizioni da podio; nel dettaglio il bottino, oltre alla coppa scuderie, parla di 4 vittorie, 3 secondi posti e altrettanti terzi piazzamenti nelle rispettive graduatorie di classe e di una vittoria, due secondi e un terzo posto nelle classifiche di gruppo.

A livello assoluto il risultato di maggiore rilevanza è quello colto da Paolo Garzia che alla guida della sua performante Citroen Saxo Vts ha chiuso la competizione in ottava posizione dominando tra le gruppo N e vincendo di conseguenza la classe 1600. Il driver di Parabita, che quest’anno ha vinto nella categoria Licenziati AciSport l’Aci Rally Italia Talent 2019, ha ottenuto le sue migliori prestazioni di giornata nelle due manche conclusive, facendo segnare in gara 3 il tempo di 4’51”46.

La rottura del cambio sulla sua Mitsubishi Lancer Evo IX avvenuta già nel corso del primo giro della manche di qualifica, ha finito per condizionare pesantemente le prestazioni di Daniele Timo che non è riuscito ad andare oltre la sedicesima posizione assoluta, cogliendo un più che onorevole secondo posto di gruppo N, oltre al successo in solitaria tra le oltre 2000. Anche per lui i migliori riscontri sono stati quelli colti nella seconda e terza manche, con il suo “best time” di 5’02”06 realizzato nella frazione conclusiva.

In classifica generale, alle spalle del pilota di Taviano, ha chiuso staccata di soli 5 centesimi di secondo, la giovanissima Sara Carra; prestazione positiva la sua, coronata con la conquista del secondo posto di classe 1600 e del terzo gradino del podio in gruppo A, tutto questo malgrado i costanti problemi di natura elettrica palesati sulla sua Renault Twingo Rs che non gli hanno consentito di esprimersi al meglio. La seconda e la terza manche sono state le frazioni di gara dove la diciassettenne figlia d’arte si è particolarmente distinta con la sua migliore performance colta in gara 3 dove ha realizzato il tempo di 5’01”84.

Vittoria tra le N 2000, quarto posto di gruppo e diciannovesima posizione assoluta per Fioravante Primoceri su Renault Clio Williams che scarta il tempo realizzato in gara 2, firmando nella manche conclusiva il suo migliore scratch in 5’03”10. Distacco di soli cinquantotto centesimi, quello che alla fine ha separato il pilota di Ugento da Antonio Faiulo giunto alle sue spalle nell’assoluta. Il casaranese alla guida di una Citroen C2 Vts ha chiuso quarto in gruppo A cogliendo il terzo gradino del podio tra le 1600. Le prestazioni che gli sono valse la posizione in classifica sono quelle colte nelle manche conclusive con il miglior tempo di 5’02”55 realizzato in gara 3. Nel gruppo Speciale Slalom vittoria di classe S5 e secondo posto di gruppo per Francesco Marotta su Peugeot 106 che mette insieme gli score realizzati nelle prime due frazioni firmando nella manche inaugurale il suo miglior parziale di 5’10”49. In classifica generale chiude al ventitreesimo posto.

Portano la firma della Scuderia Casarano Rally Team anche le posizioni ventisei, ventisette e ventotto della generale colte nell’ordine da Francesco Rizzello, che su Peugeot 106 arpiona il secondo posto in classe N1600 precedendo di trentanove centesimi di secondo il compagno di classe Daniele Ferilli che ha debuttato alla guida della sua nuova “arma” la Citroen Saxo Vts, e di dieci secondi il rientrante Mattia Primoceri, che alla sua seconda gara e a distanza di un anno, coglie su Renault Clio Williams il secondo posto tra le N2000. Tutti e tre hanno conquistato la posizione in classifica realizzando le rispettive migliori prestazioni nella seconda e terza manche. Decimo pilota meglio piazzato tra le fila della compagine casaranese è Gabriele Ferilli su Peugeot 106 Rallye che chiude nella generale al trentasettesimo posto cogliendo il terzo gradino del podio in classe N1400. I suoi due migliori riscontri gli ha ottenuti nelle manche d’apertura. L’unico pilota della squadra che non è riuscito a portare a termine la manifestazione è stato Antonio Palma costretto al ritiro, già nel corso della prima manche, per problemi di natura elettrica sulla sua Peugeot 206 di classe A2000.

Nella fotografia allegata (di Andrea Calsolaro): Paolo Garzia, su Citroen Saxo Vts, ottavo assoluto e vincitore della classifica di Gruppo N.

Seminario su“MEPA”

Interviste

BRINDISI-Seminario.Lo scontrino elettronico, le novità per Artigiani e Esercenti -Interviste