BRINDISI.“Sport Perché ? “, il tema di un incontro-dibattito organizzato sabato scorso presso la Sala Università di Palazzo Nervegna.

Organizzato dall’ ASD Attanasi Taekwondo , una vera e propria “ Scuola di vita e di sport “.

Giuseppe Attanasi
Giuseppe Attanasi

Lo sport non è solo agonismo, competizione ( vittoria o sconfitta), tecnica, obiettivi ( individuali o di squadra) da raggiungere. E’, anche e soprattutto, un “ processo educativo e culturale”, ma se portato avanti dalle personalità giuste, che sanno quindi trasmettere i veri valori dello sport.

Risorse umane, competenze e professionalità, associazioni e società sportive che, quotidianamente “insegnano sport”, ma, allo stesso tempo, si aspettano risposte concrete e significative da parte della comunità.

Brindisi, ora più che mai ( in una fase ancora molto difficile sotto il profilo sociale, occupazionale, economico ) ha bisogno del “ traino” dello sport, se si vuole anche guardare ad uno sviluppo ( ma sì, anche culturale nel senso più largo del termine) diverso della città e del territorio.

Percorsi, in un certo senso, già tracciati dalle istituzioni brindisine, ma c’è ancora molto da lavorare, fare, progettare. Intanto, continuano le iniziative, manifestazioni, incontri – dibattiti, che hanno il nobile obiettivo di “ non essere fine a se stesse “.

Come “ Sport Perché “, l’ incontro – dibattito organizzato sabato scorso presso la Sala Università di Palazzo Nervegna dall’ ASD Attanasi Taekwondo, a proposito di realtà sportive che insegnano lo sport ai giovani e non solo .

Molti parlano dei nostri problemi, dei nostri sogni, ma nessuno ci ha chiesto : cosa ne pensate ? “, è scritto nella locandina dell’ iniziativa, ma è soprattutto il grande messaggio trasmesso da loro, le protagoniste di una “ scuola di vita e di sport” da molti anni avviata e consolidata dal maestro Giuseppe Attanasi .

Bambine e ragazze, “piccole e grandi atlete” che, spesso con grande emozione, hanno raccontato le loro esperienze personali, i loro sogni e obiettivi , l’ importanza di fare Sport. Far capire i veri valori che non sono solo sportivi( ma anche e soprattutto umani), di fronte ai “ grandi”, alle famiglie, cittadini, dirigenti e rappresentanti sportivi.

Noi che abbiamo tanto da imparare da questi “ protagonisti del futuro”, il loro entusiasmo, le loro emozioni, la loro semplicità ma anche schiettezza . Emozioni trasmesse dagli interventi delle protagoniste presentate da Giuseppe Attanasi , che non ha certo bisogno di presentazioni proprio per il suo ruolo di “ educatore sportivo” del resto riconosciuto da molti .

Noi da queste ragazze, dai giovani, abbiamo solo da imparare” – ha dichiarato Giuseppe Attanasi nel corso della nostra Video Intervista, in cui, tra l’ altro, in termini di dati a disposizione, si fa anche riferimento a numeri importanti e significativi legati alla presenza in città e nel territorio delle associazioni sportive, le realtà iscritte agli Enti di Promozione sportiva, gli atleti e giovani praticanti.

Lo Sport come Scuola di Vita”, un concetto che non deve rimanere “ astratto”, ma reale, consolidato, se appunto approfondito e trasmesso in iniziative come quella organizzata dall’ ASD Attanasi Taekwondo. Un messaggio accolto dai presenti , dalle famiglie e genitori che hanno accompagnato i figli, importanti personalità ( sportive e non) tra cui l’ Assessore ai Servizi sociali del Comune di Brindisi Isabella Lettori, il “ dirigente storico” del Coni Brindisi Nicola Cainazzo, il Presidente Provinciale CSEN Carmelo Labrini, persone che da sempre valorizzano il rapporto tra Scuola e Sport come Lionello Maci.

E non solo “ Sport educativo”, ma anche Integrato. Carmelo Labrini ha anticipato la “ Carovana dello Sport Integrato e Inclusivo” che farà nuovamente tappa a Brindisi. Martedì mattina, presso la Sala Conferenze del Coni Point , la conferenza di presentazione degli eventi.

Come si può vedere, lo Sport, con tutte le sue discipline, è UNIVERSALE.

Basta coglierne puntualmente i veri valori, i nobili messaggi trasmessi soprattutto dai giovani, i veri protagonisti del futuro.

Video Intervista a Giuseppe Attanasi ( ASD Attanasi Taekwondo)

Foto r video Marcello Altomare .


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.