Psicologo di base, ok dalla commissione Sanità. La soddisfazione di Pellegrino, Pisicchio e Turco

“Abbiamo raggiunto un altro importante risultato nel miglioramento dell’offerta sanitaria regionale. Dando una risposta concreta alle continue richieste su patologie e disturbi spesso dimenticati. Ma che è necessario affrontare per garantire il benessere dei cittadini ed evitare situazioni di disagio”.

Esprimono soddisfazione i consiglieri regionali, Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco, tra i firmatari della proposta di legge “Psicologo di base” approvata all’unanimità dalla III Commissione regionale Sanità

“Un voto trasversale da tutte le forze politiche – sottolineano i tre consiglieri – a dimostrazione che su questi temi occorre davvero fare fronte comune per alzare l’asticella della qualità della vita. Se oltre il 30% delle richieste che arrivano al medico di famiglia sono di natura psicologica, dovute ai disturbi dell’apprendimento, alla difficoltà relazionale, al disturbo d’ansia, alla crisi adolescenziale, allo stato di depressione, alle carenze motivazionali, ci sono ottime motivazioni per ritenere che occorre garantire assistenza psicologica. Con questa legge garantiremo la fase sperimentale di un anno, ma già nella convinzione che il modello si dimostrerà molto utile e apprezzato”.

La proposta di legge, già apprezzata dagli ordini professionali nel corso delle audizioni propedeutiche all’iter normativo, prevede la sperimentazione di un anno della figura dello psicologo di base, il quale svolgerà funzioni di coordinamento e programmazione per la psicologia territoriale nell’ambito delle strutture sanitarie territoriali afferenti al distretto socio-sanitario in collaborazione con la medicina convenzionata. Nella prima fase è prevista la presenza di 9 psicologi in ogni distretto socio-sanitario, con una spesa di 750mila euro per l’annualità 2020. Inoltre in sede Aress (l’Agenzia regionale strategica per la salute e il sociale) viene anche istituito il coordinamento regionale dei dirigenti psicologi delle singole ASL, con lo scopo di avanzare nuovi modelli organizzativi innovativi e verificare la eventuale loro applicabilità.

“Certo – avverte però Pellegrino – nove psicologi in questa prima fase è un numero esiguo che non consentirà di verificare la utilità della legge, il cui respiro ampio e concreto avrebbe richiesto ben più ampio supporto. Il mio voto favorevole è quindi amareggiato da tale circostanza. Ma assumiamo l’impegno di lavorare e di reperire ulteriori risorse per dare attuazione piena alla legge”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.