Happy Casa Brindisi, giornata pro Aido

Domenica 8 dicembre al Palapentassuglia i giocatori indosseranno le maglie di Aido Brindisi per sensibilizzare tifoso e cittadini alla donazione

Aido e New Basket Brindisi insieme per la donazione di organi e tessuti. Domenica 8 dicembre i cestisti della Happy Casa Brindisi indosseranno la maglia del Gruppo Comunale sul parquet del PalaPentassuglia per sensibilizzare tifosi e cittadini alla donazione

Una domenica da Serie A per il Gruppo Comunale A.I.D.O. (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) “Marco Bungaro” di Brindisi grazie alla Happy Casa Brindisi!!!

Da sempre attento alle tematiche sociali il massimo sodalizio cestistico della città, dimostratasi sin da subito sensibile alla mission della delegazione adriatica della Onlus, ha scelto di affrontare il tema della donazione in occasione della partita contro la Dinamo Sassari, valida per la dodicesima giornata del Campionato di Serie A di Basket, in programma domenica 8 dicembre presso il Palazzetto dello Sport “Elio Pentassuglia” del Capoluogo Adriatico a partire dalle ore 17.

I cestisti della squadra brindisina, inoltre, indosseranno, al momento dell’ingresso in campo per il riscaldamento iniziale, t-shirt bianche personalizzate con il loghi Aido e Happy Casa Brindisi mentre lo speaker spiegherà al pubblico quello che accade in campo e la missione dell’associazione. Ogni maglietta indossata, così come l’intero stock di quelle presenti al palazzetto, saranno preventivamente firmate da tutti giocatori della Happy Casa Brindisi.

Tutte le maglie firmate, comprese quelle indossate dai giocatori saranno messe a disposizione dei tifosi che vorranno portarle a casa attraverso un contributo versato ai volontari Aido che, in qualità di ospiti della società saranno presenti con un banchetto informativo posizionato all’ingresso del parterre. Le offerte ricevute saranno finalizzate a campagne informative e alla ricerca sui trapianti.

Aido e New Basket Brindisi hanno scelto quindi di fare squadra. Per vincere infatti una squadra deve essere unita, compatta, ogni atleta deve mettersi al servizio dei compagni affinché le individualità, che sono utili a raggiungere l’obiettivo finale possano fare la differenza se unite nello stesso obiettivo; l’AIDO sa bene cos’è il gioco di squadra, meglio ancora lo sanno i trapiantati che grazie a questa associazione ed ai suoi iscritti possono ancora vivere. Lo sport e la solidarietà, il gioco di squadra che unisce queste realtà consolida un legame “per moltiplicare la vita”.

Quest’anno Aido festeggia i 46 anni di attività, un traguardo importante ottenuto con passione e tenacia grazie all’impegno di numerosi volontari attivi in tutta Italia che ogni giorno si dedicano alla diffusione della cultura della donazione. Aido sostiene la scelta volontaria, gratuita e anonima che ogni cittadino può esprimere oggi anche all’atto del rilascio o del rinnovo della carta d’identità presso gli uffici Anagrafe dei Comuni Italiani aderenti al progetto “Una scelta in Comune”. Aido è impegnata per consentire ai cittadini di fare una scelta ragionata e consapevole, per questo appare sempre più importante il tema dell’informazione e del sostegno alla diffusione di una coscienza civica e solidale.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.